“Rotta Balcanica, non siamo indifferenti!”: l’immigrazione va governata con la politica

proges_4_21

“L’immigrazione va governata con la Politica, la competenza e soluzioni vere.”

Su questo presupposto il comitato Società Aperta di Italia Viva Parma ha aperto un dibattito online, nei giorni scorsi, proprio sul tema immigrazione che ha visto la presenza della Senatrice Laura Garavini Vice presidente Commissione Affari Esteri del Senato, Marco Maria Freddi consigliere comunale Radicali- +Europa e Fabio Pipinato vice presidente Ipsia Acli ong.

L’incontro è stato moderato dal coordinatore del comitato David Vincent Mambriani, mettendo al centro del dibattito l’emergenza umanitaria della rotta balcanica. «I fatti di maltrattamento dei profughi sono venuti a galla in questi giorni grazie ad inchieste giornalistiche – ha spiegato Laura Garavini, Senatrice di Italia Viva –. Ma è una condizione che va avanti da tempo: abbiamo chiesto all’Unione Europea di dare la possibilità ai profughi di chiedere diritto d’asilo e garantire condizioni di vita ragionevoli».

Queste persone che decidono di scappare dal proprio Paese «danno inizio ad una vera e propria Odissea che può durare mesi, addirittura anni – ha raccontato Fabio Pipinato vicepresidente di Ipsia Acli –. La nostra associazione ha anche creato degli spazi temperati, i Social Caffè, per condividere esperienze di vita, informazioni: sarebbe fondamentale creare un rapporto tra i profughi e gli autoctoni, magari comprando in loco tutto il necessario per la loro sopravvivenza». Si chiede alla politica di avere uno sguardo internazionale.

In merito Marco Maria Freddi, consigliere comunale radicali + Europa ha affermato:«In primis siamo tutti cittadini europei. Per aiutare queste persone si potrebbe costruire una rete d’aiuto con le associazioni provinciali per aprire la strada all’accoglienza».