Canova: “No a decisioni unilaterali. Ci vogliono coraggio e le primarie. Pd locale commissariato”

Non può essere un percorso autoreferenziale come quello indicato dalla conferenza stampa PD /Effetto Parma a fermare le primarie.

Scelte di questo tipo portano voti ad un unico partito, il primo partito in Italia, quello degli astenuti.

Ci vuole più coraggio e con quello affrontare il percorso partecipativo delle primarie. Decisioni unilaterali come quelle tra un PD locale evidentemente commissariato ed Effetto Parma, dimostrano una volta in più quanto la politica sia lontana dalla società civile che a gran voce chiede di essere coinvolta e di cambiare rotta su scelte fondamentali per lo sviluppo futuro di questa città.

LEGGI ANCHE: INTERVISTA – Michela Canova: “Se il candidato di Effetto Parma-PD è così forte venga a fare le primarie. In città c’è scontento”

È necessario ripristinare uno stato di sicurezza e cura che riporti a vivere la città come eravamo abituati.

Ricordo che nello statuto del PD è previsto che le primarie di coalizione possano essere indette quando a chiederlo è almeno il 20% degli iscritti o un candidato con la semplice raccolta di un terzo dei membri dell’assemblea comunale.

Forza e coraggio, iniziamo un vero confronto limpido e partecipato che porti questa città e la sua gente che si riconosce nei valori del centro sinistra a disegnare il proprio futuro.

Michela Canova