“Chi paga la campagna elettorale di Bernazzoli?”

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

30/12/2011
h.18.20

Che cosa sta succedendo in Provincia? In barba all’austerity invocata da più parti, pare proprio che la giunta guidata da Vincenzo Bernazzoli, candidato sindaco in pectore del centrosinistra, sarebbe in procinto di procedere con l’assunzione di un nuovo addetto stampa per i primi sei mesi del nuovo anno, proprio in concomitanza con la campagna elettorale per in comune di Parma che l’attuale presidente della Provincia è in procinto di affrontare.
Una coincidenza che suona strana soprattutto ai due consiglieri del PdL Gianluca Armellini e Massimo Nonnis Marzano (nella foto) che con un’interrogazione scritta hanno ritenuto doveroso “denunciare” quest’assunzione che giudicano alquanto anomala.
«Con la delibera di Giunta Provinciale 665/2011 – “Ufficio comunicazione e stampa, incarico di collaborazione professionale” – l’amministrazione Bernazzoli – spiegano i due consiglieri azzurri – ha autorizzato l’assunzione seppur temporanea di un nuovo addetto stampa, nonostante l’attuale momento congiunturale che consiglierebbeun contenimento delle spese».
«Tenendo conto – continuano – che l’assunzione per soli sei mesi coincide perfettamente con il possibile impegno del Presidente della Provincia nella campagna elettorale per il Comune di Parma, riteniamo oppurtuno chiedere all’amministrazione provinciale da quante persone è attualmente composto l’ufficio comunicazione e stampa della Provincia di Parma; quali sarebbero le mansioni che si intenderebbero affidare al nuovo addetto stampa; se i carichi di lavoro aggiuntivi che giustificano questa assunzione sono quelli che riguardano la comunicazione in campagna elettorale del Presidente della Provincia per divenire Sindaco di Parma, cosa che sarebbe assolutamente inopportuna e scorretta; l’immediata revoca della succitata delibera di giunta e l’apertura di un dibattito in Consiglio Provinciale».
___
30/12/2011
h.21.30

“Ma quale nuovo ufficio stampa? Con la fine del 2012 in Provincia sono scaduti i contratti in essere per questo abbiamo provveduto a pubblicare le nuove selezioni”. Vincenzo Bernazzoli risponde ai due consiglieri del PdL Gianluca Armellini e Massimo Nonnis Marzano che in una interrogazione hanno avanzato l’ipotesi di una ulteriore assunzione.
“La durata – dice Bernazzoli – è motivata da ragioni di bilancio, ancora in corso di stesura, e da iter normativi sul futuro delle Province non pienamente conclusi, una incertezza di fronte alla quale abbiamo preferito procedere con prudenza. Non solo: abbiamo ridotto i compensi e non ci sarà più la figura di portavoce.”.
Se Armellini e Nonnis seguissero con più attenzione la vita dell’istituzione che pure rappresentano essendo nel Consiglio provinciale, avrebbero trovato facilmente queste risposte. Cercando affannosamente argomenti di polemica elettorale hanno preso l’ennesimo grande abbaglio, assumendosi così la responsabilità di alimentare la politica dei sospetti che è quanto di meno utile per tirare fuori il paese e il nostro territorio dalle difficile situazione nella quale ci troviamo”.

lodi_maggio24
Casa Bambini
SanMartino
kaleidoscopio