Controlli arrestati ai domicialiari: colto in fragranza di reato

Nella giornata di ieri i Carabinieri di Parma, durante una serie di controlli straordinari svolti per verificare il rispetto delle prescrizioni imposte alle persone soggette a misure restrittive, hanno arrestato, in flagranza di reato, per evasione un 45enne di Parma perché sorpreso all’esterno della sua abitazione.

I militari del Nucleo Radiomobile, dopo aver constatato alle 13:50 l’assenza dell’interessato, finto nei guai per una rapina a mano armata commessa a Parma nel marzo u.s., oltre che per altri numerosissimi precedenti, hanno esteso i controlli alle zone limitrofe da lui normalmente frequentate riuscendo, dopo circa 40 minuti, a rintracciarlo in via Boccaccio.

Appena fermato dalla pattuglia il 45enne ha tentato di giustificarsi dicendo che era dovuto uscire di casa poiché gli era stata asportata la sua bicicletta ed aveva quindi cercato di ritrovarla girando per la città. Nonostante le dovute verifiche non è stato trovato alcun riscontro alle sue dichiarazioni motivo per il quale è stato prima accompagnato presso le camere di sicurezza di via delle Fonderie per il successivo processo, celebrato nella giornata odierna, al termine del quale, dopo la convalida dell’arresto, il Giudice ha disposto la sua traduzione in carcere.

Questo tipo di verifiche, svolte nella quotidianità delle pattuglie durante i servizi di controllo del territorio, sono state aumentate durante l’estate, con particolare riferimento al mese di agosto, per impedire che, con l’approssimarsi del picco raggiunto dall’esodo estivo, eventuali malintenzionati violassero le misure restrittive, cautelari o definitive, loro comminate dall’A.G. commettendo altri illeciti penali.

L’attività svolta ha permesso di accertare nel comune di Parma, solo nel mese in corso, 5 violazioni alle disposizioni della magistratura con conseguente arresto degli interessati.

cioccolato