Controlli straordinari in città: denunciati un immigrato irregolare e un giovane per furto al MediaWorld

L’attività di controllo del territorio, prevenzione e repressione dei reati continua in ambito cittadino. Si sta procedendo ad effettuare capillari controlli all’interno dei principali parchi cittadini, della stazione e delle vie interessate dalla movida. L’obiettivo è quello di effettuare verifiche e al fine di prevenire e reprimere attività delittuose di criminalità diffusa.

I servizi hanno visto il prezioso contributo del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e della Polizia Locale. Ad inizio attività il responsabile del servizio ha tenuto un briefing al fine di concordare tecnicamente lo svolgimento dell’attività in relazione alle zone di intervento. Il personale impiegato ha pertanto effettuato mirati e attenti controlli con particolare riguardo alla zona di Piazza Ghiaia, del Teatro Regio e Piazzale della Pace sempre in stretto raccordo con la Sala Operativa della Questura. Inoltre, è stata intensificata l’attività di contrasto ai reati predatori nei luoghi indicati dal sistema X-LAW, massimizzando l’attività di identificazione di persone e veicoli nonché della verifica della posizione di regolarità sul territorio nazionale dei cittadini stranieri controllati.

Sono stata identificate in totale 112 persone, controllate 42 autovetture, effettuati numerosi posti di controllo e fatte verifiche in esercizi commerciali. Proprio durante lo svolgimento di tali servizi è stato controllato in largo Mercatini un cittadino nigeriano di 29 anni residente a Parma. L’uomo sprovvisto di documenti è stato condotto in Questura e dopo essere stato controllato in banca dati è risultato non in regola sul Territorio Nazionale. Il 29enne è stato denunciato per inottemperanza a un ordine del Questore datato 29 luglio 2020 e messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per le incombenze di rito.

Sempre durante lo svolgimento dei controlli, gli Agenti delle Volanti sono intervenuti presso il punto vendita Mediaworld di P.le Balestrieri in quanto personale addetto alle vendite ha segnalato al 113 la presenza di un ragazzo intento a rubare la merce. Giunti sul posto gli operatori della Polizia di Stato hanno identificato un ragazzo di 19 anni residente a Parma che si era impossessato di uno smartwach del valore di 300 euro.

Il giovane è stato pertanto denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato. I controlli proseguiranno anche nel corso di questa settimana.

Questura di Parma