Differenziata in Oltretorrente: poche criticità, tante sollecitazioni

Lombatti
valparmahospital

29/08/2014

Una situazione confortante con poche criticità riscontrate ma anche tante sollecitazioni dai cittadini. Questo il riassunto della verifica fatta in Oltretorrente nel percorso che ha toccato Via D’Azeglio, borgo Cocconi, via Imbriani, borgo Antelami, borgo Bernabei, vicolo Grossardi in presenza dell’assessore all’ambiente Gabriele Folli che nella mattinata di mercoledì 27 agosto ha seguito un mezzo della Cooperativa Cigno Verde che effettuato la raccolta dei sacchi gialli (plastica, barattolame e tetrapak). Con l’assessore erano presenti Fabio Faccini, presidente della cooperativa Cigno Verde, il tecnico di Iren Ambiente Enzo Forlesi, Alessandro Angella responsabile della struttura operativa ambiente del Comune e Giorgia Conoci, sempre dell’ufficio ambiente del Comune.
Esistono margini di miglioramento, ma la situazione si presenta molto diversa dai primi mesi dall’avvio del sistema. Lungo strada Massimo D’Azeglio i sacchi gialli sono disposti davanti agli accessi delle rispettive abitazioni ed utenze commerciali di riferimento. Lo stesso vale per borgo Cocconi, al centro, nei mesi scorsi di una costante verifica da parte di Comune e Iren a seguito delle segnalazioni legate al conferimento non corretto dei rifiuti, stessa situazione in piazzale Inzani.
La raccolta dei sacchi gialli è stata effettuata con un mezzo con capacità di carico di 9 quintali con GPS a bordo per la mappatura degli spostamenti in modo da verificare direttamente alla fonte gli orari e le modalità di passaggio in caso di chiamate per disguidi nella raccolta dei rifiuti stessi e la possibilità di verificare se l’utente, per esempio, ha esposto il sacco in ritardo rispetto agli orari di raccolta.
E i tempi di esposizione dei sacchi sono ancora uno dei problemi che si segnalano in Oltretorrente, accade, infatti, che qualche utente li metta fuori in orari sbagliati o in giorni sbagliati. Il tour dell’assessore ha rappresentato l’occasione anche per confrontarsi con i cittadini che hanno segnalato le problematiche ancora in essere nel quartiere come l’abbandono da parte di qualcuno di sacchetti non conformi in corrispondenza dei bidoni per la raccolta del vetro e cestini e i tempi di esposizione sui marciapiedi dei sacchi gialli definiti troppo lunghi da alcuni cittadini.
Proprio quest’ultimo aspetto è stato oggetto di verifica su via D’Azeglio, una delle vie a più alta densità commerciale, che in poco più di mezz’ora dal termine ultimo dell’esposizione (ore 9 in questa zona della città) è stata liberata dai sacchi con in concomitanza anche il servizio di svuotamento di bidoni carrellati di carta e organico e ritiro cartoni dalle utenze non domestiche. Tempi questi sicuramente soddisfacenti per un sistema di raccolta porta a porta.
Un punto critico che sarà oggetto di controlli intensificati nelle prossime settimane rimane invece quello di piazzale Bertozzi dove purtroppo continuano i conferimenti di sacchetti maleodoranti sul piazzale antistante all’Hub Cafè.
“Tendenzialmente – ha spiegato l’assessore Folli – durante il percorso seguito nelle vie dell’Oltretorrente abbiamo notato meno casi di conferimenti effettuati in modo errato. La situazione è molto migliorata rispetto al recente passato. L’occasione è stata utile per raccogliere le segnalazioni del caso che terremo in considerazione per effettuare gli interventi richiesti”.

valparmahospital