Fuori Orario: Punkreas + Because the Bean

Nei locali a Parma e Reggio Emilia
___
29/09/2012

È una serata punk, ma con un po’ di spazio per qualche ballata, quella di sabato 29 settembre 2012 al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia), che si avvale di ben tre concerti: sul palco principale, alle 22.30 i Punkreas, la punk band più coinvolgente d’Italia, con 23 anni di carriera e il nuovo album di inediti «Noblesse oblige»; nell’area binari, in cortile, dalle 21.30 i Because The Bean, band punk-hardcore di Reggio Emilia nata nel 2004, e gli FFD, originari di Parma, guidati dal cantante Alessio «Mono» Cattabiani e attivi dal 1992 con una miscela di punk-rock, oi! e ska-punk che hanno suonato anche in Francia, Svizzera e Germania.
L’ingresso è riservato ai soci Arci, con biglietti a 10 euro in prevendita al Fuori Orario, nei punti abituali e pure su TicketOne. Il circolo apre alle 20, con aperitivo-buffet fino alle 21.30, gratuito per tutti e animato dal dj set tech-house di Luca Coppola. Sempre alle 20, apertura del punto ristoro, prenotabile allo 0522-671970 o 346-6053342. Dopo i concerti, 3 i dj set: nell’area spettacoli, rock, punk, ska e reggae di Dj Tano; nell’area binari, «Fermentitaliani» di Dj Puccione; nell’area stazione, r’n’b, pop, house e dance di Dj Frank K.
I Punkreas sono in giro dall’inizio di marzo con il «Noblesse oblige Tour 2012». A un anno di distanza dalla pubblicazione di «Paranoia domestica live», il dvd del tour in cui riproponevano i brani più famosi dei primi tre dischi e che li ha portati a suonare perfino a Berlino, i Punkreas sono infatti tornati sulle scene musicali con l’album di pezzi inediti «Noblesse oblige». Pubblicato quattro anni dopo l’ultimo cd e registrato negli studi della Cellar Door Station, si tratta di un album fresco, che affianca la cattiveria e la rabbia delle precedenti opere ad aperture più ragionate, ma non per questo meno pungenti. Un disco che guarda e racconta la realtà, il quotidiano, senza fermarsi alla semplice cronaca.
Il lavoro è arricchito dagli interventi di Luca «Zulu» Persico, frontman dei 99 Posse, in «Polenta & Kebab», una canzone ironicamente dedicata ai leghisti, e della sezione fiati dei BlueBeaters in «Aperitivo» e «La fine del mondo», due brani che promettono di scatenare contagiosi balli in levare. A pochi centimetri da dove pulsa il cuore, ma decisamente più vicino allo stomaco, ci sono dunque i Punkreas, un gruppo che non è solo un’appendice del punk. Provenienti da Parabiago (Milano) con una storia lunga 23 anni, dal vivo offrono una scaletta varia e potente, tra vecchi hit e brani nuovi come il singolo «La fine del mondo», insieme all’ormai crescente vocazione per le ballate, sul genere del pezzo amatissimo «Cuore nero».

lodi_12dic