Giampaolo Lavagetto (Per Parma 2032): “Servizi educativi, un patrimonio da rilanciare”

Carbognani
Lombatti

I servizi educativi del Comune di Parma – afferma Lavagetto, ex assessore ai servizi educativi del Comune di Parma e oggi candidato sindaco per la lista ‘Per Parma 2032’ – devono tornare ad essere il perno di quella rete integrata per i servizi zero-sei fatta dall’offerta comunale, statale e privata paritaria che come assessore della Giunta Ubaldi avevo costruito e che questa amministrazione ha disgregato negli ultimi 10 anni. Un percorso che riuscimmo a costruire grazie alla valorizzazione del lavoro fatto dal personale educativo ed insegnate del Comune che, giustamente motivato, seppe creare una vincente sinergia con l’altrettanta grande risorsa dell’offerta statale e privata paritaria“.

Oggi – prosegue – questo settore deve tornare ad avere strumenti e motivazioni adeguate, a partire da un sostegno formativo rispetto al nuovo modo di comunicare nato con l’esperienza della pandemia, un potenziamento del coordinamento di settore e fornendo gli strumenti tecnologici adeguati. Inoltre, va rilanciato il momento della ristorazione nella sua importanza sociale ed educativa. In questo modo potremo di nuovo dare ai cittadini un sistema integrato zero-sei con risposte di qualità e azzeramento delle liste di attesa”.

Per quest’operazione di rilancio Lavagetto punta su Milena Ferrari, che era il suo direttore sei servizi educativi e Fiorenza Ciarelli, che nel suo assessorato era la responsabile della Struttura Operativa ristorazione ed educazione alimentare ed adozione di corretti stili di vita.