Gruppo Pd: “Abbattere le rette è sempre stata una nostra battaglia. Bene Bonaccini”

lodi_maggio24
kaleidoscopio
Casa Bambini
SanMartino

Si è tenuta stamane una conferenza stampa del gruppo consiliare del Pd di Parma a proposito delle misure della Regione Emilia-Romagna per l’abbattimento delle rette degli asili in tutta la regione che, come già annunciato dal Comune, consentirà anche a Parma di ridurre i costi per molte famiglie.

“Esprimiamo soddisfazione per la scelta della Regione che ha destinato oltre 18 milioni di euro ai Comuni emiliani per l’abbattimento delle rette (e altri 12 milioni per il problema della casa, 30 complessivi). Questa è da sempre una nostra battaglia, in una città in cui i costi di frequentazione avevano raggiunto cifre troppo elevate; è un segno evidente della attenzione ai problemi dei più deboli e della sensibilità politica che guida la Regione” dichiara il capogruppo Lorenzo Lavagetto.

Leggi anche: INTERVISTA – Lorenzo Lavagetto (Pd): “Pizzarotti appoggia Bonaccini, è la prima cosa giusta che fa da tempo. Per il resto…”

“Questa scelta consente al Comune di Parma, secondo l’ipotesi concordata in commissione che prevede anche ulteriori fondi per bambini con disabilità, di azzerare le tariffe per 235 bambini e, sempre utilizzando i restanti fondi per le famiglie con reddito Isee inferiore ai 26 mila euro sarà sensibilmente ridotta la retta per altri 631 bambini. Un risultato positivo, che quest’anno consente a molte famiglie di respirare spendendo la metà, anche se l’applicazione proposta dal Comune dovrà essere oggetto di monitoraggio nel corso del tempo al fine di correggere eventuali sperequazioni tra le soglie Isee” dichiara la consigliera Jacopozzi.

Il consigliere Campanini sottolinea “l’impegno della Regione per le famiglie, soprattutto di quelle fasce di reddito che più hanno subito i danni della crisi: chi ha figli non deve essere penalizzato dal costo dei servizi. Nello stesso tempo, è un segnale positivo per il futuro: chi desidera avere figli può contare su un importante sgravio delle spese per il nido. Occorre continuare su questa strada, affinchè metter su famiglia sia economicamente sostenibile per le giovani coppie”.

La consigliera Bonetti sottolinea “l’importanza della misura, ricordando che gli asili consentono specialmente alle mamme di conciliare i tempi di lavoro con quelli della famiglia, per cui l’accessibilità economica ai servizi è di fondamentale importanza per la vita delle persone”.

Presente in conferenza stampa il consigliere regionale Iotti, il quale ha ribadito l’impegno della Regione, sottolineando che l’intervento di 30 milioni complessivi riguarda anche il tema, altrettanto importante, della casa: “per queste misure occorre l’approvazione del bilancio, che è quindi fondamentale portare a compimento prima delle nuove elezioni; i fondi stanziati potranno essere confermati in futuro perché l’introduzione del redditi di cittadinanza nazionale ha consentito alla Regione di reimpiegare i fondi che prima venivano utilizzati per il reddito di solidarietà regionale.

SanMartino
lodi_maggio24
kaleidoscopio
Casa Bambini