Il Che continua a vivere, anche in Parma in Azione

proges_4_21

Chissà se Carlo Calenda conosce il passato del coordinatore parmigiano del suo partito (Azione) Massimo Pinardi.

Un passato rivoluzionario!

Ecco qui Massimo nell’isola ribelle.

Era il 11 luglio 1997, il giorno storico dell’arrivo all’aeroporto José Martì dell’Habana delle salme di Che Guevara e dei 5 compagneros che furono uccisi con lui in Bolivia.

Nella bellissima foto sopra Pinardi è ritratto con la mamma di Ochoa, a casa sua, insieme alla sua affascinante compagna.

Pochi minuti dopo venne l’automobile del Ministero dell’Interno a prendere la mamma di Ochoa per andare alla cerimonia.

Se io muoio non piangere per me, fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te” diceva Che Guevara.

Il Comandante continua a vivere… anche nel partito confindustriale di Calenda.

Andrea Marsiletti