“Più servizi per gli anziani”

assaggiami
Lombatti

20/05/2009
h.19.00

“Dire che gli anziani sono una risorsa è una verità, ma insieme è anche una semplificazione. In tante situazioni, infatti, bisogna aggiungere che sono una risorsa nella misura in cui è possibile contare su servizi adeguati”. Per questo – ha spiegato oggi il presidente Vincenzo Bernazzoli incontrando a Parma i sindacati dei pensionati – l’impegno della coalizione di centrosinistra sarà “garantire agli anziani e alle famiglie questi servizi, in tutto il territorio provinciale, accelerando lungo questa strada”.
“Lo faremo – ha proseguito Bernazzoli – innanzitutto potenziando il coinvolgimento attivo degli anziani nel volontariato; sostenendo opportunità di formazione, con le università della terza età come con i corsi per l’informatica; incentivando i centri di aggregazione. Ma lo faremo sviluppando anche una particolare attenzione verso chi è in una situazione di maggiore fragilità, e per rimanere autonomo ha bisogno di un aiuto”.
Numerose le iniziative previste in questa direzione. “Investiremo così – ha proseguito il presidente – negli appartamenti protetti per chi non è più completamente autosufficiente, realizzandone altri 60 nei primi due anni, e soprattutto investiremo nella domotica, cioè nelle tecnologie che aiutano a rimanere a vivere a casa propria. Lo faremo anche con un’alleanza stategica tra Provincia, Ausl e Università e il mondo dell’artigianato che interviene per installazioni e manutenzioni”.
“Qualificheremo e potenzieremo i servizi domiciliari – ha concluso Bernazzoli – a sostegno dell’anziano non-autosufficiente e della sua famiglia, con l’obiettivo di garantire equità d’accesso e qualità di servizi in tutto il territorio provinciale e saremo a fianco delle famiglie che scelgono di tenere a vivere con loro gli anziani che non possono più stare da soli, neanche con un aiuto. Lo faremo con interventi consistenti, grazie soprattutto al Fondo per la non autosufficienza: oltre 400 milioni di euro che la Regione ha stanziato per tutta l’Emilia-Romagna”.

comunali2022