Quarto bando per i voucher

Lombatti

15/12/2009
18.20

Si è aperto oggi, martedì 15 dicembre, il quarto bando “Misure Anticrisi” del Comune di Parma che assegnerà a famiglie e lavoratori in difficoltà voucher servizi e buoni spesa. Il bando resterà aperto fino al 6 febbraio 2010.
L’Amministrazione Comunale, confermando l’impianto di erogazione di contributi economici sotto forma di voucher servizi comunali e di buoni spesa, pur introducendo parametri più larghi rispetto ai bandi precedenti. Il Bando sarà valido per ottenere i buoni spesa, che sono tagliandi cartacei in carnet di 40 buoni da 2 euro ciascuno, per un valore totale di 80 euro spendibili nei negozi convenzionati, e per ottenere i voucher servizi da 70 euro grazie ai quali sarà possibile pagare diversi servizi comunali: ristorazione scolastica, asilo nido, rimborsi trasporto disabili, servizi sociali, pagamento del diritto fisso per la carta d’identità cartacea o elettronica, affitti Casa Adesso, pagamento diritti di utilizzo Palazzina Matrimoni Eridania.
Naturalmente i voucher potranno essere utilizzati anche parzialmente e più volte sino all’esaurimento del valore nominale. In alternativa i voucher potranno essere utilizzati per ottenere un buono sconto cartaceo del valore di 70 euro per l’acquisto di abbonamento TEP annuale (230 €) o stagionale per studenti (168 €).
L’erogazione gratuita di farmaci è subordinata al perfezionamento dell’accordo con l’Azienda Unità Sanitaria Locale. La misura sarà limitata esclusivamente ai farmaci inclusi nel prontuario aziendale dell’AUSL in fascia C e il cittadino potrà usufruirne presentandosi personalmente al punto di distribuzione diretta dei farmaci del Distretto di Parma. L’erogazione gratuita dei farmaci è concessa a tutti i cittadini che presenteranno domanda, autocertificando i requisiti previsti dal bando, sino ad esaurimento del budget di spesa destinato a questa misura dall’Amministrazione Comunale.

CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA
1)Lavoratori in cassa integrazione Ordinaria o Straordinaria con riduzione oraria superiore al 30%
2)Lavoratori in mobilità individuale o collettiva da data successiva al 30/9/2008
3)Disoccupato per licenziamento da una data successiva al 30/09/2008
4)Disoccupato da data successiva al 30/09/2008 per cessazione di un contratto a tempo determinato subordinato o assimilabile che abbia avuto una durata superiore a 6 mesi
5)Lavoratori con contratto di solidarietà
6)Giovane coppia sposata e convivente dove la somma delle età dei coniugi è inferiore ai 70 anni e nessuno dei componenti della coppia abbia compiuto i 40 anni e ISEE inferiore ai 20.000 euro.
7)Famiglia numerosa con almeno 3 figli a carico di età inferiore a 26 anni e ISEE inferiore ad 30.000 euro.
8)Nucleo monogenitoriale e ISEE inferiore ad 20.000 euro.
9)Anziani di età uguale o superiore a 65 anni con ISEE inferiore a 10.000 euro.

REQUISITI COMUNI
Il bando è aperto a tutti i cittadini – italiani o comunitari o extracomunitari titolari di carta di soggiorno – residenti nel Comune da almeno 1 anno (almeno dal 18/9/2008).

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande di partecipazione devono essere compilate utilizzando l’apposito modulo in distribuzione presso il Direzionale Uffici Comunali (D.U.C.), Largo Torello De Strada, 11A, Parma oppure scaricabile dal Portale Internet del Comune di Parma all’indirizzo www.comune.parma.it ovvero al Sito anticrisi del Comune di Parma all’indirizzo http://anticrisi.comune.parma.it.
Deve essere autocertificata all’interno della domanda, oppure allegata alla stessa, l’attestazione ISEE rilasciata da un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionato con INPS. Non verranno prese in considerazione eventuali nuove attestazioni ISEE presentate successivamente a quella originariamente allegata alla domanda od autocertificata all’interno della stessa.
Le domande non complete degli allegati o autocertificazioni obbligatorie sono irricevibili. Le domande complete devono essere presentate entro le ore 17,30 del giorno 6/2/2010 mediante consegna diretta presso il Direzionale Uffici Per Servizi Comunali di cui sopra nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8,15 alle 17,30 e il sabato dalle 8,15 alle 13,30.
L’impegno di spesa dell’Amministrazione comunale è pari a circa 250mila euro.