Rigenerazione urbana: a Fontevivo 980.000 euro per l’ex Convento. Fiazza: “Anche i piccoli Comuni fanno grandi progetti”

“Il nostro progetto ‘Connessioni Urbane’ per la riqualificazione dell’area dell’ex Convento è tra i primi classificati nel bando regionale per la rigenerazione urbana e premiato con un finanziamento di quasi un milione di euro. Questo dimostra che anche i piccoli comuni, sono capaci di mettere in campo grandi idee e progetti per la comunità. In questi anni abbiamo fatto molto per migliorare il nostro Paese e questo progetto ci permette di ristrutturare e ammodernare l’ultima parte del centro storico su cui non eravamo ancora intervenuti. Non posso non ringraziare gli uffici comunali, gli architetti e tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione del progetto”, spiega Tommaso Fiazza, Sindaco di Fontevivo.

“Come Comune di Fontevivo – spiega il Capogruppo di Maggioranza Andrea Zorandi – investiremo direttamente 420 mila euro, in aggiunta ai 980 mila del finanziamento regionale, per riqualificare il centro urbano di Fontevivo, in particolare l’area del Ex Convento e via Marconi che collega la Chiesa dell’Ex Convento e l’Abbazia Cistercense di Fontevivo. Potremo finalmente mettere mano a un’area feste molto utilizzata soprattutto nel periodo estivo e alla via che collega direttamente l’Abbazia di Fontevivo con il l’ex Convento dei Frati Cappuccini, ad oggi ‘abbandonata’ ma di carattere artistico fondamentale”.

“Il nostro non è un progetto solo architettonico – aggiunge il Capogruppo – ma sociale, culturale, aggregativo e anche economico e turistico: vogliamo rendere più attrattivo nostro il territorio, valorizzare le sue testimonianze storico-culturali e di dare impulso alle attività socio-aggregative e culturali per la comunità e per portare nuove risorse grazie al turismo”.

“All’interno del piccolo nucleo urbano di Fontevivo– afferma l’Assessore al Lavori Pubblici Enrico Terenziani – c’è una straordinaria presenza di complessi architettonici di grande valore storico artistico e di ampi spazi aperti che li collegano. Il nostro progetto vuole tutelare e valorizzare il patrimonio storico, architettonico e ambientale, aumentare l’offerta di luoghi d’incontro e di svago a disposizione dei cittadini, dei giovani, dell’organizzazione di feste ed eventi di più ampio richiamo, migliorare l’offerta turistica e pensando la nostra città all’interno del circuito turistico di Parma”.

cioccolato