Sorbolo, spara nel cortile di casa con un’arma clandestina

Con il nuovo anno proseguono i servizi di controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Parma, in particolare per prevenire e reprimere ogni forma di illegalità e verificare la corretta applicazione della normativa per prevenire il diffondersi del virus Covid-19.  

A Sorbolo, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 70enne del luogo per il reato di illecita detenzione di arma clandestina.

L’uomo è ritenuto responsabile di aver esploso dei colpi d’arma da fuoco nel cortile della propria abitazione utilizzando un fucile privo di matricola e marca. L’arma e le relative munizioni, una volta rinvenute dai Carabinieri, sono state sequestrate e verranno sottoposte ad ulteriori accertamenti di natura tecnica per risalire alla provenienza.

A Parma, i Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente, hanno denunziato alla locale Procura della Repubblica un 25enne nigeriano, già gravato da vari precedenti di polizia, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Il giovane, nel tentativo di sottrarsi ad un controllo, prima si dava alla fuga e subito dopo, una volta raggiunto dai militari, li aggrediva lanciandogli contro la bicicletta nella sua disponibilità. Il velocipede veniva schivato dai militari ma colpiva l’autovettura di servizio che riportava lievi danni alla carrozzeria.

Non è la prima volta che le pattuglie dell’Arma in servizio sul territorio di Parma diventano oggetto di lancio di bicilette da parte di soggetti restii a controlli. Nonostante il rischio di conseguenze sanitarie più gravi resti elevato e che solo la professionalità e la prontezza dei militari ha evitato peggiori conseguenze, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Parma continua e continuerà a garantire il massimo impegno e sforzo al fine di garantire una sempre più diffusa sicurezza sulle strade del capoluogo ducale.