Vignali fa il pieno dei consensi con l’82% di giudizi positivi

10/01/2009
h.14.30

E’ Pietro Vignali, sindaco di Parma, ad ottenere la palma del giudizio positivo dei suoi concittadini nell’ambito del sondaggio svolto dalla Ispo del professor Renato Mannheimer attraverso una prima ricerca in quattro citta’ campione distribuite in varie regioni d’Italia: Parma, Verona, Frosinone e Taranto.
La ricerca, compiuta attraverso un campione rappresentativo della popolazione italiana in eta’ adulta per sesso,eta’, titolo di studio,condizione professionale,area geografica,ampiezza del comune di residenza, e’ stata svolta dal 19-20 dicembre 2008 al 7-8 gennaio 2009. Dal sondaggio dell’Ispo, salta fuori che il sindaco di Parma Pietro Vignali raccoglie l’82% di giudizi positivi, seguito dal sindaco di Verona Flavio Tosi con il 79%. Al terzo posto, il sindaco di Taranto Ippazio Stefano con il 63% e al quarto il primo cittadino di Frosinone, Michele Marini, con il 50%.
Non e’ finita. Alla domanda se si votasse domani per il sindaco del suo comune, il 66% ha dato la preferenza per Verona a Flavio Tosi (contro il 14% favorevole a Paolo Zanotto); il 64% a Pietro Vignali (il 20% ad Alfredo Peri); per Taranto il 41% ha scelto Ippazio Stefano (solo il 18% Giovanni Florido) e infine il 27% a Michele Marini a Frosinone (contro il 12% di favorevoli ad Adriano Piacentini).
Il sondaggio ha raccolto infine l’opinione dei cittadini riguardo alla qualita’ della vita nel proprio comune. Alla domanda se rispetto a 5 anni fa nel proprio Comune si vive meglio, il sindaco di Parma puo’ vantare un altro fiore all’occhiello: il 33% ha infatti risposto ”meglio, molto meglio”. Segue Tosi a Verona, dove i suoi concittadini gli hanno attribuito il 32%. A Frosinone, il 16% ha giudicato la qualita’ della vita molto migliorata e solo il 13% a Taranto.
Alla domanda se si vive ”bene come prima”, ancora una volta viene premiato il sindaco di Parma: 40%, seguito dal 32% di Verona, dal 16% di Frosinone e dal 13% di Taranto. Sempre per quel che riguarda Parma, solo il 4% afferma che rispetto a 5 anni fa si vive ”male, come prima”, mentre a Verona questo e’ il parere del 6% dei cittadini,che sale ad un 17% a Frosinone e ad 18% a Taranto. Il ”peggio, molto peggio”, infine, ha raccolto il 38% dei pareri a Taranto,il 33% a Frosinone, il 21% a Parma e il 16% a Verona.
”Un tempo i sindaci godevano, in tutta Italia di una larga stima, anche indipendentemente, o quasi, dal loro colore e dalla loro posizione politica. Era l’epoca del “partito dei sindaci”, visti come potenziali innovatori e come figure realmente vicine alle esigenze dei cittadini. Oggi -spiega il professor Mannheimer- la situazione è fortemente cambiata. In molti contesti i sindaci vengono criticati e in alcuni addirittura messi sotto inchiesta dalla Magistratura. E’ presto per dire se il “movimento dei sindaci” sia definitivamente tramontato: certo esso ha perso lo smalto di qualche anno fa”.
Questi dati ci riempiono di soddisfazione per tutto il lavoro che abbiamo fatto”. Così il sindaco di Parma Pietro Vignali commenta all’Adnkronos i risultati del sondaggio svolto dalla Ispo del professor Renato Mannheimer, in base a cui raccoglie il giudizio positivo dell’82% dei suoi concittadini.
“Dopo sei mesi di lavoro un sondaggio mi attribuiva consensi in crescita rispetto al risultato delle urne ma si trattava ancora dei primi mesi successivi alle elezioni quindi era fatto abbastanza normale – spiega il sindaco – Ci riempie di soddisfazione vedere che il consenso nei confronti dell’amministrazione aumenta anche a distanza di oltre un anno e in un momento di crisi economica per tutto il Paese, e quindi anche per Parma”.
“Abbiamo fatto molte cose – sottolinea Vignali – e il 2008 per Parma è stato l’anno della cultura, con il Festival Verdi e con la mostra sul Correggio, visitata da 300mila persone. Non solo. Parma è tra le dieci città per migliore qualità della vita secondo una recente classifica del ‘Sole 24 Ore'”. “Il voto vero è quella della cabina elettorale – conclude – però questi dati sono molto positivi”.

Commenta la notizia su Alicenonlosa.it (clicca qui!)