Vogliamo le primarie per i consiglieri regionali

comunali2022
Lombatti

30/07/2014
h.15.15

Come scritto nei giorni scorsi (leggi), dalle informazioni di cui siamo in possesso, al momento l’orientamento del Pd provinciale è quello di non fare le primarie per la scelta dei candidati per il consiglio regionale.

Le motivazioni di tale orientamento sono due:
1) la legge elettorale prevede la possibilità di esprimere preferenze e quindi la possibilità per gli elettori di scegliere. Ciò non renderebbe “obbligatorie” le primarie
2) la tempistica. Le elezioni regionali dovrebbero tenersi alla fine di ottobre (leggi). Le liste devono obbligatoriamente essere essere depositate un mese prima (fine settembre). Considerato il periodo di ferie di agosto e almeno della prima settimana di settembre e i giorni necessari per la raccolta delle firme di presentazione ai sensi di legge, i tempi sono ritenuti troppo stretti per consentire una campagna elettorale delle primarie sufficientemente lunga e tale da riuscire a coinvolgere i cittadini tanto nella partecipazione quanto nella discussione delle proposte.
Ma non tutti la pensano così.
Al di là delle reazioni di tanti esponenti democratici locali all’uscita del nostro articolo (che documenteremo), la scorsa settimana il Comitato cittadino del Pd ha votato all’unanimità un documento in cui si chiedono le primarie per la scelta del candidati consiglieri regionali; nei  prossimi giorni si riuniranno i circoli del Pd della Bassa Ovest che, a quanto ci risulta, avanzeranno la stessa richiesta. Anche il circolo Pd di Borgotaro ha chiesto le primarie.
Se i territori insisteranno per avere le primarie, al di là dei tempi stretti, risulterà difficile non assecondare questa volontà.

AM

valparmahospital