Turismo record alla Rocca di Fontanellato: nel 2018 oltre 55.000 ingressi


E’ stato un anno da record, quello appena trascorso, alla Rocca di Fontanellato, in provincia di Parma: nel 2018, infatti, sono state oltre 55.000 le persone che vi hanno fatto visita. Una cifra, quella dei 55.337 visitatori, raggiunta grazie al grande afflusso nei fine settimana e grazie alla presenza di numerose scolaresche nei giorni feriali attratte non solo dal classico tour del castello, ma anche dalla possibilità di svolgere laboratori didattici e creativi. Rispetto al 2017 c’è stato un incremento di oltre 3.300 turisti.

E’ il Direttore della Rocca Sanvitale Pier Luca Bertè a presentare con soddisfazione i dati nel dettaglio: “Non esistono ricette facili o sicure nel turismo, perchè è un settore che non dà garanzie ed oscilla in base ad una complessità notevole di fattori esterni, legati al meteo, all’economia, talvolta indipendenti dai luoghi d’arte e dall’impegno di chi li gestisce e promuove. Anche nel 2018 però lo sforzo del team che gestisce la Rocca Sanvitale, come ogni anno, è stato massimo: penso che il valore aggiunto sia stato l’ottima intesa con questa amministrazione comunale con cui c’è grande sinergia e collaborazione. Da parte nostra abbiamo supportato molte iniziative, abbiamo incentivato i social network e abbiamo cercato di intercettare in maniera efficace i flussi turistici”.

Da dove arrivano i visitatori. “Il picco massimo è stato in aprile con 12.890 presenze – sottolinea Bertè – La regione con il maggior numero di visitatori si conferma la Lombardia, seguita dall’Emilia Romagna e dal Veneto. Fra gli stranieri, abbiamo avuto un incremento di australiani e delle piccole new entry da Finlandia, Egitto, Thailandia, Vietnam e Ecuador. E’ aumentato anche il numero dei giapponesi e dei russi, rispetto agli altri anni. Ma è dalla Francia, seguita da Regno Unito e Germania, che arriva la fetta più cospicua. Fra gli eventi, quello di maggior successo è stato – ancora una volta – quello di Halloween per le famiglie. Tra le novità sono piaciute la Cena al Buio in Castello e la Cena Anni Cinquanta. Confermiamo una buona partecipazione anche agli eventi per i bambini e le famiglie nelle domeniche a tema”.

Perchè è attrattivo il Castello? Tra i must della Rocca Sanvitale tre aspetti risultano attrattivi per i visitatori che la scelgono come meta: l’Affresco del Parmigianino, l’antica Camera Ottica – l’unica in funzione in Italia – ed il fatto che si possano vivere esperienze all’interno del maniero, ad esempio, cene conviviali, visite guidate con animazione, iniziative divertenti tra arte e gaming, proposte per famiglie e bambini.

A scuola in Rocca. Le scuole giocano un ruolo importante per la Rocca Sanvitale: tra le attività più richieste spiccano il “Laboratorio Affresco” per le scuole elementari e medie; le visite guidate con le fiabe per la scuola materna, il laboratorio “Costruiamo la Camera Ottica” e quello dedicato all’archeologia. Arrivano prenotazioni anche per le attività più giocose, come le cacce al tesoro in castello.

Sistema paese: la soddisfazione del Comune. “Per il quarto anno consecutivo la Rocca di Fontanellato registra la crescita del numero dei turisti. Sono risultati importanti per il Castello e per tutto il sistema paese – sottolineano il Sindaco Francesco Trivelloni e l’Assessore alla Cultura e al Turismo Barbara Zambrelli – dal 2019 anche il Comune di Fontanellato fa parte di Destinazione Turistica Emilia, un progetto di area vasta che speriamo porti ulteriori benefici, così come ha pagato in tutti questi anni essere nella rete dei Castelli del Ducato, delle Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano, dei Borghi più Belli d’Italia e delle Cittaslow. Per essere all’altezza delle aspettative dei turisti, il Comune è stato impegnato in grandi interventi di manutenzione al tetto della Rocca Sanvitale, del giardino pensile e della Camera Ottica, oltre che di alcuni arredi e suppellettili all’interno del maniero”.

“Oltre ai tanti restauri fatti nel 2018 – proseguono Trivelloni e Zambrelli – altri verranno fatti nel 2019 anche attraverso una costante ricerca di finanziamenti esterni. Il dato quantitativo dei turisti, però, non può essere la sola componente presa in esame. Oltre alla crescita della quantità – o forse più che la quantità – dobbiamo aumentare la “qualità” del turismo, aumentando il tempo di permanenza sul territorio. In questo senso la sempre più stretta collaborazione tra Museo, Comune per la parte di eventi organizzati e Labirinto è una strada importante in questa direzione, nella più ampia rete dei Castelli del Ducato”.

Il primo giorno del 2019 fa ben sperare: sono stati, infatti, 320 i turisti che hanno scelto la Rocca Sanvitale il pomeriggio del 1 gennaio nelle prime ore di apertura.

Segna in agenda. Tra i prossimi eventi imminenti in programma spiccano a febbraio la Cena Evento per San Valentino con animazione molto suggestiva dedicata al tema “Amore e Stelle Gemelle” (giovedì 14 febbraio), Spiriti in Castello con il Mentalista (sabato 23 febbraio) e Il castello di ghiaccio per i più piccoli (domenica 3 febbraio), divertente visita guidata con animazione.

CM2000