Ospedale di Borgotaro, al via i lavori di consolidamento antisismico

Un investimento oltre un milione di euro; nel progetto anche il rifacimento del tetto e dell’intonaco esterno. Nessuna interruzione delle attività durante i lavori

Partiranno a breve i lavori di adeguamento antisismico che l’Azienda Usl di Parma ha previsto a Borgotaro, per garantire una maggiore sicurezza nella parte più antica dell’Ospedale.

Il cantiere opererà nel “corpo storico” del Santa Maria, in gran parte risalente agli anni Venti e che oggi ospita, oltre alla Direzione del Distretto e gli uffici amministrativi, anche i servizi di Sanità Pubblica, la Medicina Legale, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, le camere mortuarie, studi medici ed alcuni locali tecnici. Si tratta di un intervento su un’area di oltre 2000 metri quadrati, che aumenterà sensibilmente gli standard antisismici della struttura e impegnerà risorse per 1 milione e 66mila euro, di cui 665.000 finanziati dallo Stato, 366.000 provenienti da fondi Ausl e 35.000 euro messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna.

Anche il tetto dell’edificio verrà rifatto, utilizzando elementi in legno lamellare ed una nuova copertura, unitamente ad un’opera di consolidamento del sottotetto, dei cornicioni e dei solai.

Grazie a questi interventi saranno recuperati anche quattro posti auto, attualmente inaccessibili, in via precauzionale, per rischio di caduta materiali.

I lavori, per i quali sono già state ultimate le procedure di aggiudicazione alla ditta “Allodi Srl” vincitrice della gara, avranno una durata di un anno e mezzo circa: la ristrutturazione non interromperà in alcun modo le attività in corso nell’edificio.