Apre domenica 14 aprile a Busseto la mostra temporanea “Il ritorno-ricordo in Biblioteca di Carlo Bavagnoli”

kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24
Casa Bambini

La Biblioteca di Busseto della Fondazione Cariparma, all’indomani dalla sua scomparsa avvenuta lo scorso 25 febbraio, rende omaggio al grande fotoreporter Carlo Bavagnoli, con una mostra fotografica aperta fino al 31 luglio.

Sarà aperta al pubblico la mostra fotografica “Il ritorno-ricordo in Biblioteca di Carlo Bavagnoli”, dedicata a uno dei maestri del fotogiornalismo internazionale. L’evento aprirà domenica 14 aprile all’interno dell’iniziativa “Meravigliosa Biblioteca” con la quale, ogni seconda domenica del mese, la Biblioteca di Busseto apre le porte delle proprie Sale Monumentali e dell’Antico Monte di Pietà al pubblico, con visite guidate.

Diventato il primo fotografo non statunitense ad entrare nella redazione di LIFE, Bavagnoli amava ripetere «Nessuna ideologia, solo la forza delle immagini», filosofia che lo identificò come il fotografo del “racconto umano”.

Piacentino di nascita ma legato con affetto alla città di Parma dove coltivava le sue amicizie con Bertolucci, Barilla e altri, Bavagnoli entrò in contatto con la Biblioteca di Busseto di Fondazione Cariparma già negli anni ’80. Fu poi nel 2000 che donò i 29.385 pezzi del suo archivio, tra negativi, diapositive e stampe, a Fondazione Cariparma e 150 volumi rari fotografici internazionali, nonché gli album con i suoi servizi per LIFE, alla Biblioteca di Busseto, da lui immancabilmente frequentata negli intervalli della sua attività artistica.

L’insieme costituisce uno dei fondi più interessanti a livello internazionale per la storia della fotografia e del costume del Novecento, oggi custodito e valorizzato da Fondazione Cariparma.

Nelle sale monumentali della Biblioteca sarà allestita una scelta esposizione di volumi, fotografie e servizi su LIFE che ne documenta la felicissima attività. Dagli scatti di vita quotidiana alle soglie dei primi anni Sessanta di una perduta Trastevere alle immagini del racconto di una città che è stato il volume “Cara Parma”; questa esperienza ha successivamente dato vita ad altri volumi quali “Verdi e la sua Terra” e “Piacenza nelle sue stagioni” dedicato alla sua città natale.

Dai reportage per LIFE per l’apertura del Concilio Vaticano II alla morte di Papa Giovanni XXIII e la successiva elezione di papa Paolo VI; da un’inconsueta Venezia sotto la neve agli scatti negli Stati Uniti. Non mancano inoltre esempi di ritratti di grandi personaggi di cui egli era un meraviglioso interprete.

La mostra, ad ingresso gratuito, resterà aperta dal 14 aprile al 31 luglio e sarà visitabile in occasione delle visite guidate di “Meravigliosa biblioteca” (14 aprile, 12 maggio, 9 giugno, 14 luglio) alle 10 e 11.15, oppure ogni sabato pomeriggio alle 16.

 



Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino