“Bernazzoli sta con i cittadini o col partito?”

Lombatti

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
30/09/2010
h.19.00

Che casacca indosserà oggi Vincenzo Bernazzoli, quella dell’amministratore che deve tutelare le ragioni dei suoi cittadini o quelle dell’uomo d’apparato che è obbligato a difendere gli interessi del partito anche quando danneggiano la città?
Anche ieri, criticando la decisione del Sindaco Vignali di scrivere al Presidente della regione per difendere la sanità di Parma (clicca qui), ha dimostrato, come sempre più spesso gli accade negli ultimi tempi, da che parte sta.
La sua difesa d’ufficio della Regione è persino imbarazzante.
Quando troverà il coraggio di occuparsi seriamente dei problemi della nostra sanità che ogni giorno si riflettono sulla vita vera dei cittadini?
Cosa dice Bernazzoli dell’annoso problema dei posti letto, della scomparsa di interi reparti, della fuga dei primari e della mancanza dei loro sostituti, dell’assenza di incentivi per il personale che non vede riconosciuti i meriti, del ridimensionamento della Facoltà di medicina?
Cosa dice Bernazzoli del mancato rinnovo dei reparti e della necessità di offrire tecnologie all’avanguardia al cittadino ammalato, tecnologie che però troviamo in altre città della regione?
Cosa dice Bernazzoli della necessità di salvaguardare quelle eccellenze che sono oggi immolate sull’altare dell’opportunismo politico?
Cosa dice Bernazzoli del fatto che in tutta l’Emilia-Romagna la Regione ha finanziato le nuove strutture ospedaliere mentre a Parma abbiamo dovuto molte volte ricorrere a risorse locali e statali, come per l’Ospedale del bambino e per il pronto soccorso?
Bernazzoli di tutto questo non dice nulla, ma in compenso attacca il Sindaco Vignali che ha avuto il merito di porre alla Regione questi problemi.

Parma Civica