Commissione consiliare sull’aeroporto: maggioranza compatta sul no ai cargo, Sogeap apre a una revisione del piano che sia economicamente sostenibile. Bocchi: “Si cerchi una mediazione”

Lombatti

E’ durata oltre due ore la commissione consiliare congiunta, convocata dal presidente della commissione di garanzia Priamo Bocchi, insieme a quella ambiente e a quella urbanistica, sull’aeroporto di Parma, alla presenza dei vertici di Sogeap Guido Dalla Rosa Prati e Federico Wendler, rispettivamente presidente e direttore della società.

La maggioranza è rimasta ferma e compatta sulla posizione espressa in campagna elettorale sul no ai cargo e sul sì al rilancio dell’infrastruttura in chiave passeggeri.

La novità sono stati alcuni segnali di l’apertura di Sogeap a rivedere il piano presentato (nella salvaguardia della sostenibilità economica dello stesso), senza escludere possibili interlocuzioni con altri player del settore.



Negli ultimi mesi il sindaco Guerra si è impegnato per favorire una soluzione che consentisse all’aeroporto di rimanere aperto (è un segreto di Pulcinella che ci siano stati incontri con l’aeroporto bergamasco di Orio al Serio).

Priamo Bocchi (FdI) ha sottolineato che occorre arrivare a una mediazione tra le parti coinvolte (privata, politica e istituzioni) affinché si possa mantenere e sviluppare l’aeroporto, che “è un asset vitale per il territorio” in chiave passeggeri. AM