Covid, Rainieri (Lega): “No all’arancione scuro in Appennino”

proges_4_21

“Deroghe alle restrizioni in Appennino in caso di zona arancione scuro in provincia di Parma”. È quanto chiede in una lettera inviata al Presidente della Regione Stefano Bonaccini, il Vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Fabio Rainieri.

La missiva che Rainieri ha sottoscritto assieme agli altri consiglieri regionali, appartenenti come lui al Gruppo Lega Emilia-Romagna, Gabriele Delmonte e Stefano Bargi, prende spunto dalla possibilità che l’amministrazione regionale sta valutando, di estendere le limitazioni anti contagio da covid-19 nelle zone arancione scuro, ad oggi previste per il territorio metropolitano di Bologna e per la Romagna con eccezione di Forlì, ad altre province, come quelle di Modena, Reggio Emilia e forse, con qualche probabilità in meno, anche Parma. I Consiglieri leghisti sottolineano però che nelle zone montane di quei territori “l’aggravio della diffusione del virus sarebbe pressoché nullo per cui si potrebbe evitare di stabilire ulteriori restrizioni che sarebbero molto penalizzanti per territori che già hanno subito lo stop per la stagione sciistica invernale”.