Dal 15 luglio al via il Festival di Torrechiara Renata Tebaldi

Quest’estate torna il Festival di Torrechiara Renata Tebaldi, organizzato dall’Associazione culturale Accademia degli Incogniti e dal Comune di Langhirano, con la collaborazione della Direzione Regionale Musei-Emilia Romagna e parte del progetto Val Parma e dintorni, a sua volta inserito nel programma di Parma Capitale italiana della Cultura 2020+21.

La rassegna, appuntamento ormai storico delle estati della val Parma, festeggia quest’anno il suo venticinquesimo anniversario, un traguardo che ci rende orgogliosi. Lo scorso anno il mondo della musica si è dovuto fermare e siamo stati costretti a rimandare questa importante ricorrenza, riteniamo quindi particolarmente importanze dare un segnale positivo di ripartenza, pur rispettando le stringenti norme di sicurezza ancora necessarie, che ci impongono un numero limitato di spettatori all’interno del castello e la disponibilità dei biglietti unicamente in prevendita.

L’edizione 2021 prevede quattro concerti, tutti di musica classica e tutti con prestigiosi interpreti.

Si parte giovedì 15 luglio con una formazione ormai leggendaria, il Concentus Musicus Wien, tra i più importanti ensemble al mondo nel repertorio barocco, fondato nel 1953 dal grande Nikolaus Harnoncourt, del quale continua a mantenere viva l’inestimabile eredità artistica e musicale. Con la direzione di Stefan Gottfried propone un programma, interamente dedicato a J.S. Bach, che prevede l’esecuzione di tre Concerti Brandeburghesi e della celebre Suite n. 2 per flauto.

Seguirà martedì 20 luglio il Quartetto d’archi della Scala, che porta avanti la storia della storica formazione nata anch’essa nel 1953. Il quartetto, definito da Riccardo Muti “di rara eccellenza tecnica e musicale, da ascoltare con particolare gioia ed emozione”, presenta due tra le maggiori e più conosciute opere della musica cameristica: il quartetto “La morte e la fanciulla” di F. Schubert e il Quartetto in Fa maggiore di M. Ravel.

Martedì 27 luglio ospiteremo i Berlin Strings dei Berliner Philharmoniker, gruppo cameristico della celebre orchestra tedesca che, assieme a un grande amico del Festival come l’oboista Christoph Hartmann, ci proporranno un interessantissimo programma che spazierà da celebri musiche di F.J. Haydn e W. A. Mozart a opere di compositori ingiustamente dimenticati, da riscoprire con piacere.

Il Festival chiuderà martedì 3 agosto col tradizionale concerto sinfonico. Il Maestro Carlo Piazza dirigerà I Filarmonici del teatro Comunale di Bologna in un programma improntato al miglior classicismo viennese, con due tra i maggiori e più maturi lavori sinfonici mozartiani, le sinfonie n. 38 “Praga” e n. 41 “Jupiter” e l’ouverture “L’isola disabitata” di F.J. Haydn, opera di raro ascolto caratterizzata da toni drammatici nello stile dello Sturm und Drang.

In caso di maltempo o altri impedimenti, i biglietti (esclusi i diritti di prevendita) saranno rimborsati e il concerto si terrà in assenza di pubblico per essere successivamente trasmesso in streaming.

Informazioni biglietteria

Le serate inizieranno alle ore 21.15. I biglietti sono acquistabili al costo di 20 euro più diritti di prevendita, sia online sul sito www.festivalditorrechiara.it, sia a Parma presso il Parma Point di via Garibaldi e a Langhirano all’ufficio Pro Loco in piazza Ferrari.

Il numero dei posti disponibili è purtroppo limitato: il consiglio per gli appassionati è dunque di prenotare i biglietti con largo anticipo.

cioccolato