Fibra ottica a Collecchio: in fase di realizzazione il cablaggio di case, uffici e aziende

proges_4_21
Maristella Galli, sindaca di Collecchio

In via di realizzazione a Collecchio l’atteso intervento di potenziamento della connessione Internet per le aziende ed i cittadini, dopo i rallentamenti dovuti all’emergenza Covid ed alle sue conseguenze sulla riorganizzazione del lavoro.

Obbligati più di prima a fronteggiare le nuove sfide rispetto al mondo del web, proposte dalla particolare fase emergenziale ma destinate ad incidere in via permanete sulle abitudini lavorative, sulle modalità di apprendimento, sulle attività commerciali o di puro svago, i cittadini collecchiesi potranno finalmente avvalersi di una infrastruttura interamente in fibra ottica, nella cosiddetta modalità ‘fibra fino a casa’, che abiliterà velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo.

Il progetto è in fase di attuazione da parte di Open Fiber, concessionaria dei bandi pubblici per la copertura delle aree in cui ad oggi gli operatori tradizionali non hanno investito in reti di telecomunicazione all’avanguardia, ed è reso possibile grazie alla convenzione tra il Ministero per lo Sviluppo Economico, la Regione Emilia-Romagna, la società Lepida S.c.p.A., Infratel Italia ed i Comuni interessati.

Già prima dell’emergenza” sottolinea la Sindaca Maristella Galli “l’Amministrazione comunale ha sostenuto con particolare attenzione tutto ciò che, per la sua competenza, poteva agevolare l’avvio dei lavori di cablaggio di un territorio come Collecchio, pienamente titolato a beneficiarne anche alla luce dei tanti importanti insediamenti produttivi presenti”.

“In questo senso, confidiamo che non subentrino nuovi impedimenti” aggiunge la Galli “affinché la rete sia completata in tempi ragionevoli e funzionali a sostenere la competitività delle nostre imprese e ad agevolare le nuove forme di telelavoro e smart working”.

Nello specifico, sul territorio comunale di Collecchio e frazioni si sta realizzando una rete di oltre 69 chilometri destinata a collegare complessivamente oltre 7300 unità immobiliari, minimizzando il più possibile i disagi per i cittadini mediante il riutilizzo di reti e cavidotti esistenti, soprattutto aerei.

La rete non raggiungerà solo case e uffici, ma anche edifici di pubblico interesse, come le sedi del Municipio, la scuola materna Montessori, la scuola dell’Infanzia Allende, l’Istituto Attilio Derlindati di Ozzano Taro, i centri civici comunali, gli impianti sportivi Mainardi e Zinelli.

 Completati i lavori ed accesa la rete, gli utenti interessati potranno verificare autonomamente la copertura del loro civico collegandosi al sito di Open Fiber, contattare uno degli operatori disponibili e scegliere il piano tariffario preferito per iniziare a navigare sul web.

Open Fiber non eroga direttamente il servizio ma mette a disposizione ad eque condizioni la propria a rete a tutti gli operatori di mercato interessati.