Mirco Sassi (segretario del PCI di Parma 1976-1983): dal PCI al modello Bonaccini. VIDEO

proges_4_21

Mirco Sassi, segretario della Federazione provinciale del PCI (1976-1983), è intervenuto nel webinar “Quando a Parma c’era il PCI…” sul tema “1975/1985, l’apogeo e l’inizio del declino”. (leggi:  Il PCI di Parma vive ancora, in una serata su Zoom – di Andrea Marsiletti)

Dopo aver ripercorso le tappe fondamentali del PCI a Parma, Sassi è arrivato all’attualità politica: “I 53.000 voti raccolti dal PCI delle elezioni comunali di Parma del 1975 sono superiori, in valore assoluto, ai voti con i quali Federico Pizzarotti ha vinto al ballottaggio sia nel 2012 che nel 2017 quando fu rieletto con 37.000 voti. Alle ultime regionali anche nei Comuni come Felino, Sala Baganza, Fontevivo e Sorbolo dove il PCI aveva più del 50% dei consensi da solo, ha vinto la destra. La città di Parma ha fatto eccezione, come capita in tante parti d’Italia e del mondo dove i grandi centri votano progressista, mentre quelli piccoli in modo diverso, in genere a destra. Nel 2020 in città ha vinto una maggioranza che potremmo chiamare ‘Bonaccini’. Chi sarà a Parma la persona che si prenderà l’impegno di costruire una maggioranza alla Bonaccini in vista delle comunali dell’anno prossimo?”.  AM

Guarda il video dell’intervento di Mirco Sassi!

AV