Norme anticovid: identificate 400 persone e controllati 70 esercizi commerciali: sanzionate 17 persone, chiusi 2 locali

proges_4_21

Da venerdì, per questo lungo periodo di festività pasquali, sono stati intensificati i servizi, per verificare il rispetto delle norme anti Covid, da parte del Comando Provinciale Carabinieri di Parma. In tutta la provincia, sono stati innumerevoli i controlli effettuati dalla pattuglie, disposte sul territorio in modo capillare dalle Compagnie che dipendono dal Comando Provinciale.

Complessivamente, sabato sono state identificate quasi 400 persone ed ispezionati oltre 70 esercizi commerciali. In città, 11 persone e 2 esercizi commerciali sono stati sorpresi a non rispettare le disposizioni previste dalla “zona rossa”. Ieri, nel corso di un servizio che ha visto il concorso di pattuglie dell’Arma territoriale, del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, in Borgo Parente presso un’abitazione è stato scoperta un’attività abusiva di parrucchiere. Al legale rappresentante un 58enne della Repubblica Domenicana sono state contestate violazioni amministrative per esercizio abusivo dell’attività e lavoro irregolare per una somma di oltre quindicimila euro. Inoltre sono stati sanzionati, sette clienti, per il mancato rispetto delle disposizioni per prevenire il diffondersi del virus Covid-19, per una somma totale di 2800 euro. Il locale è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

Sempre in città, ma venerdì sera, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanitò hanno effettuato un controllo presso un bar di Via Trieste. Al legale rappresentante è stata elevata la sanzione amministrativa di 400 euro e la chiusura del locale per 5 giorni, in quanto all’interno è stata sorpresa della clientela a consumare ed in orario non consentito. Anche ai clienti 4 clienti è stata elevata la prevista sanzione amministrativa.. A Borgo Taro sono stati sanzionati due motociclisti che provenienti da Codogno (LO) transitavano lungo la Valtaro per raggiungere la Liguria. A Fidenza invece 4 le persone sanzionate in quanto si trovavano in territorio fidentino senza giustificato motivo.