“Palermo è un altro matchpoint”

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

29/04/2011

Prima dell’allenamento pomeridiano, nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio, il centrocampista del Parma FC Francesco Valiani incontra i giornalisti: “La gara contro il Palermo sarà dura – dice Valiani – ma dovremo essere concentrati al massimo, perché in casa finora abbiamo perso tante opportunità: vedi gli scontri diretti contro Cagliari all’andata e Lecce e Bari nel girone di ritorno. Abbiamo fatto tesoro degli errori commessi e cercheremo di non ripeterli, anche se il Palermo è in un ottimo stato di forma. Sarà una gara aperta sia per noi che per loro, perché sia il Parma che il Palermo sono due squadre in salute ed entrambe vengono da due risultati utili consecutivi. Speriamo che a giovarne sarà lo spettacolo.” Sulla fascia destra mancherà Zaccardo, squalificato: “Ma non mi preoccupa, perché chiunque scenderà in campo, darà sempre il massimo, per se stesso e per la squadra.” Dopo l’asse Angelo-Crespo, dal duo Valiani-Amauri sono scaturiti due gol pesanti: “Far segnare i compagni – risponde Valiani – fa piacere, un piacere quasi paragonabile a quando si realizza un gol.”
Che gara sarà – chiedono i giornalisti – contro i rosanero? “All’andata avevamo disputato un ottimo primo tempo, giocando davvero molto bene; purtroppo la loro qualità, soprattutto in attacco, è indiscussa, e perciò riuscirono a creare letteralmente due gol dal nulla. Ma noi adesso siamo maturati, abbiamo imparato che bisogna essere meno belli e più tosti, e questa lezione l’abbiamo acquisita con l’esperienza.” Infine un pensiero sulla lotta salvezza: “Bisogna essere razionali: quando si è davanti si deve pensare solo a sé stessi, senza pensare a quelli che potrebbero essere i risultati delle avversarie. In casa domenica avremo un match point importante.” (si ringrazia fcparma.com per la collaborazione)

___

Segnalazioni articoli recenti:

Sarò denunciato dal PDL per turbativa alla quiete pubblica (di Andrea Marsiletti)
“Il popolo di sinistra vuole rappresentanza nelle Istituzioni” (di Andrea Fellini)
“Le nostre parole d’ordine: trasparenza, partecipazione, associazionismo” (di Massimiliano Dall’Argine)
“Non esistono idee di sinistra, destra o di centro: esistono buone idee e cattive idee” (di Matteo Orlandi)

Casa Bambini
SanMartino
lodi_maggio24
kaleidoscopio