Rassegna i Concerti del Boito: “The Pop-Art of the Fugue”, 300 anni con Il clavicembalo ben Temperato

assaggiami
Lombatti

Un’originale commistione tra la musica di Johann Sebastian Bach e il pop, che alterna preludi tratti da Il clavicembalo ben temperato a fughe elaborate in stile su temi presi da canzoni e colonne sonore di oggi, oltre che dal repertorio classico. È la proposta fatta da Ruggero Laganà, compositore, pianista e clavicembalista che giovedì 12 maggio alle 20.30, nella Sala dei Concerti della Casa della Musica, siederà al pianoforte per dare vita al concerto “The Pop-Art of the Fugue.

Preludi di ieri, fughe di oggi (300 anni con Il clavicembalo ben Temperato)”. L’appuntamento è inserito nella stagione “I Concerti del Boito”, organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma in collaborazione con il Comune di Parma – Casa della Musica e l’Università di Parma.

Insolito omaggio al trecentenario de Il clavicembalo ben temperato (1722- 2022) di J.S. Bach, questo concerto alterna Preludi tratti dal I Libro della raccolta e fughe inedite composte da Ruggero Laganà su temi che si potrebbero definire “impossibili”. Frequentatore assiduo delle pagine clavicembalistiche di Bach e affascinato dalla forma musicale della Fuga – in Bach connubio perfetto di espressività, bellezza e struttura rigorosa – Laganà utilizza brevi soggetti attinti dalla musica classica, pop, jazz, da film, popolare, ecc., per dar vita a composizioni “in stile” che tengono conto il più possibile di questi aspetti.

I Concerti del Boito sono inseriti nell’Attività di formazione permanente del Conservatorio di Parma, coordinata dal prof. Pierluigi Puglisi. L’ingresso è gratuito. È consigliata la prenotazione compilando il form a questo link: bit.ly/PrenotazioniBoito.