“Tutti Matti in Emilia” a Busseto: in Piazza Verdi lo chapiteau con spettacoli di circo contemporaneo

Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino

Dopo il grande successo dello scorso anno, la carovana della rassegna Tutti Matti in Emilia, che porta nei teatri, sui palchi all’aperto e sotto chapiteau la magia del circo contemporaneo internazionale in tutta la Provincia di Parma, prosegue la sua itineranza sul territorio e torna a Busseto in uno speciale appuntamento di primavera: nel weekend 19, 20 e 21 aprile sarà di nuovo allestito in Piazza Verdi lo chapiteau, il tendone da circo di Teatro Necessario, un luogo magico nel cuore del paese, sotto cui scenderanno in pista 3 spettacoli da non perdere, per 5 appuntamenti dedicati a un pubblico eterogeneo dai 5 anni e per tutte e tutti.

La rassegna, nata nel 2016 e che dal 2022 transita anche per Busseto, ospitando con successo compagnie nazionali e internazionali, è realizzata da Teatro Necessario Circo, centro di produzione di circo contemporaneo del territorio, con il prezioso sostegno di Comune di Busseto, Regione Emilia-Romagna, Ministero della Cultura; partner tecnico è lo IAT-R “Busseto e le terre verdiane” – Ufficio informazione e accoglienza turistica e reservation.

 Il programma di spettacoli prende il via venerdì 19/04 alle ore 21.00 con “Cronache Circensi” di Circo El Grito. Lo spettacolo replica anche sabato 20/04 sera sempre alle ore 21.00.

In questo nuovissimo spettacolo della compagnia con base a Pesaro, che il pubblico di Busseto aveva già applaudito nel 2023 con il cavallo di battaglia “Johann Sebastian Circus”, Giacomo Costantini, considerato uno dei pionieri del circo contemporaneo in Italia, porta in scena quella che definisce una conferenza spettacolare, fatta di funambolismi, magia, musica e poesia. Un racconto per immagini e azioni performative, che vede in scena lo stesso Costantini affiancato da Guenda Bournens, acrobata aerea, e Humberto Kalambres, giocoliere, a narrare l’avvento di questo nuovo linguaggio scenico attraverso virtuosismi circensi, magie, musiche dal vivo. Cronache Circensi è innanzitutto un omaggio al circo, alle sue radici secolari, al suo universo estetico, al suo immaginario, a cui hanno attinto nei secoli moltissimi artisti di diverse discipline: Fellini, Picasso, Majakovskij, Chagall, Chaplin, Botero, Strawinsky, Dickens, Klee e tanti altri…

Ma oggi cosa ne rimane? Lo spettacolo prende le mosse dunque dalle prime antichissime vicissitudini del circo, restituendo al pubblico il suo carattere multiculturale: dall’avvento di Philip Astley – il cavallerizzo che ha inventato la prima pista da circo del mondo – fino al circo di oggi, fatto solo di animali umani. E poi ancora l’importanza del viaggio, il rapporto del circo con la morte, la forza di attrazione terrestre e la forza di attrazione celeste. Concetti espressi attraverso parole semplici e accompagnati da complesse performances circensi di acrobatica aerea, equilibrismo e giocoleria.

“Per me il circo è un rituale, un rituale antichissimo, un rituale che si fa tutti insieme. Sono stato travolto dalla vita circense oltre venti anni fa, ed ancora oggi, ogni volta, è come un tuffo al cuore inaspettato, intimo, meraviglioso e terribile. È come il battito cardiaco che manca, quel vuoto che ti fa sentire vivo, è l’antitesi dell’esistenza, è una contrazione della vita. Credo che il circo faccia allo stesso tempo bene e male, ma che ne valga la pena, perché sulla pista alla fine il bene avvolge il male e lo addomestica trasfigurando la sofferenza, il sacrificio e la morte in bellezza”, spiega Giacomo Costantini. Le luci sono di Domenico de Vita, si ringrazia Andrea Farnetani per aver contribuito a dare vita allo spettacolo, prodotto da SIC / Stabile di Innovazione Circense con il sostegno di Ministero Italiano della Cultura e Regione Marche.

Si prosegue sabato 20/04 alle ore 17.00 con lo spettacolo “Sonata per Tubi” della compagnia Nando e Maila; la serata vede poi in scena la seconda replica di “Cronache Circensi” alle ore 21.00. La compagnia di Ozzano nell’Emilia, Nando e Maila, al secolo Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani, accompagnati in scena dalla giovane Marilù D’Andria, presenta una delle sue creazioni di maggior successo: Sonata per Tubi è uno spettacolo di circo contemporaneo che ricerca le possibilità musicali di oggetti ed attrezzi di circo, trasformandoli in strumenti musicali attraverso l’ingegno e l’uso della tecnologia. Allora, che il concerto abbia inizio! Pezzi di tubo che volano vanno a comporre un contrabbasso e un violoncello; la musica avanza tra Rossini, Bach, Beethoven, Pink Floyd, Rolling Stones e Luis Armstrong; e poi arriva lei, una moderna giovane principessa, che sconvolge ogni armonia…

Il circo alimenta la follia del trio in contrappunto con clave che diventano sax e con diaboli sonori. Ne consegue un crescendo di canti polifonici a tre voci, di danze e prove di coraggio, musicali e circensi, che condurranno ad un rituale finale per il passaggio dall’adolescenza alla vita adulta. Il pizzicato del clown musicale fa trasparire l’anima dei tre attori che con un linguaggio universale e accessibile a tutti, si incontrano e si scontrano nel magico gioco della vita. Le tecniche in scena sono palo cinese, danza acrobatica, verticalismo, manipolazione di oggetti, giocoleria con diabolo e clave; gli strumenti musicali utilizzati sono il basso tubo, il tuboncello, il minitubo, il violino, la clavax (clava/sax), il diabolofono (diabolo sonoro), il palo sonoro, e il palco grancassa. Le luci sono di Federico Cibin, le scene di Ferdinando D’Andria e hanno contribuito ai giochi circensi e alle acrobazie Riccardo Massidda, Gaby Corbo. La compagnia ha il sostegno di Ministero della Cultura e Regione

A chiudere il weekend domenica 21/04 alle ore 16.00 e alle ore 18.00 “Paccottiglia Deluxe” di Circo Pacco, duo torinese che dal 2022 fa parte della “scuderia” di Teatro Necessario Circo. Alessandro Galletti e Francesco Garuti, in arte Frank Duro & Gustavo Leumann, regalano al pubblico risate a non finire in questa visual comedy irriverente e dissacrante con “cialtroneria di arte varia!”. I due, rifiutati dal nouveau cirque e radiati dal circo classico, tentano di allestire il loro spettacolo, cercando con ogni mezzo di guadagnarsi il centro della scena e il plauso del pubblico, a colpi di numeri al limite del ridicolo. Clown, teatro fisico, magia comica, giocoleria, acrobatica eccentrica, pioggia di pop-corn: ogni tentativo di stupire gli spettatori cade nel fallimento e in un continuo gioco clownesco.

La compagnia Circo Pacco nasce nel 2012 dall’incontro artistico di Alessandro Galletti e Francesco Garuti avvenuto durante gli anni di formazione all’interno dell’Atelier Teatro Fisico di Philip Radice a Torino. La visual comedy, il non verbale e il teatro fisico caratterizzano il linguaggio espressivo di questa coppia comica che lavora e gioca con le figure archetipe del clown e della relazione tra “bianco” e “augusto”. Il loro estro dà vita a “100% Paccottiglia”, prima produzione e spettacolo della compagnia che dal 2013 viene replicato all’interno di festival di teatro di strada, piste da circo e rassegne teatrali.

Con questo spettacolo vincono il Premio Magnoberta (2013), il Milano Clown Festival (2014), il Clown&Clown Festival (2015) e si aggiudicano il secondo posto al Premio Italiano Artisti di Strada nel 2016. Nel 2018 producono la versione integrale dello spettacolo “Paccottiglia Deluxe: cialtroneria di qualità superiore” sotto la consulenza registica e artistica di Daniele Lele Villari. Lo spettacolo verrà presentato per la prima volta nel teatro Le Musichall di Torino, diretto da Arturo Brachetti. A seguito di un tour internazionale in Australia, nel 2019 la compagnia inizia una nuova creazione intitolata The Winner tutt’ora in fase di creazione.

 INFORMAZIONI DI BIGLIETTERIA

I biglietti sono acquistabili

  • online su tuttimattipercolorno.it e www.teatronecessario.it;
  • sul posto da un’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo;
  • presso lo IAT-R “Busseto e le terre verdiane” in Piazza Verdi n.10 a Busseto, fino a venerdì 19 aprile, dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

Costi di biglietti e abbonamenti: intero 10 €; ridotto fino ai 12 anni 5 €; abbonamento intero 2 titoli 15 €; abbonamento ridotto fino ai 12 anni 2 titoli 8 €; abbonamento intero 3 titoli 20 €; abbonamento ridotto fino ai 12 anni 3 titoli 10 €.

www.tuttimattipercolornol.it / www.teatronecessario.it;

IG festivaltuttimattipercolorno_ / teatronecessariocirco | FB tuttimattipercolorno / teatronecessario 

SanMartino
lodi_maggio24
Casa Bambini
kaleidoscopio