XXXIV Palio delle Contrade di San Secondo: ecco i nomi dei cavalieri

Mancano meno di 2 mesi al 2 giugno, giorno in cui i Cavalieri delle Contrade scenderanno in lizza all’Arena Del Grosso per aggiudicarsi il “Drappo” dedicato quest’anno alla figura di “Troilo II, l’Ottavo Conte di San Secondo”.

Cresce l’attesa per questa edizione che presenta molte novità, risultato della ricerca degli “osservatori” e delle dirigenze delle Contrade che, puntualmente hanno depositato le impegnative di Giostra.

Il Consiglio Direttivo rende quindi noti i nomi dei Cavalieri ingaggiati per la disputa della XXXIV edizione del Palio delle Contrade di San Secondo.

In rigoroso ordine alfabetico la contrada Bureg di Minen si affida nuovamente al faentino Alberto Liverani e propone l’esordiente Jonathan Amadori da Forlì mentre per Castell’Aicardi confermato Filippo Fardelli vincitore dell’edizione 2023 dedicata al cinquecentenario delle nozze tra Pier Maria Rossi e Camilla Gonzaga, affiancato da Matteo Sassoli, entrambi da Arezzo.

Occhi puntati sulla Contrada di Piazza dell’Ospedale vecchio e la Contrada di Via Garibaldi, La Contrada Dragonda, infatti, punta ad aggiudicarsi il decimo Palio affidandosi a Guido Gentili e Michele Cappelletti entrambi da Sarteano (Siena) mentre, a difendere i colori bianco viola della Contrada del Grillo un’altra inedita coppia formata da Lorenzo Melosso da Ascoli Piceno ed Enrico Giusti da Arezzo.

Conferme per la Contrada Prevostura, che ripresenta da Arezzo, Adalberto Rauco affiancato da Pier Giovanni Capacci. Novità anche in Contrada Trinità che scommette sul giovane Gertian Cela da Faenza, per la prima volta a San Secondo insieme a Lorenzo Desimone da Bibbiano (Reggio Emilia) 

Questi i nomi dei 12 Cavalieri presentati dalle Contrade, ma solo sei nobili Cavalieri “at onore et letizia degli sposi” si sfideranno all’ultimo anello.

Nonostante alcune indiscrezioni già trapelate rimarremo con il fiato sospeso fino alle 18 del 2 giugno per conoscere chi effettivamente scenderà in lizza a difendere i colori della propria Contrada e con loro i nomi dei cavalli prescelti.

lombatti_mar24