Anna Maria Corazza (+Europa): “La destra è spaccata sulle sanzioni alla Russia, così non governa il Paese e l’Italia affonda”

Lombatti
valparmahospital

“Mentre la destra è divisa sulle sanzioni alla Russia, con Meloni che si riscopre finta atlantista e Salvini che strizza l’occhio a Putin, noi di +Europa abbiamo sempre sostenuto il pacchetto di sanzioni dell’Unione Europea”. Ad affermarlo è Anna Maria Corazza , capolista di +Europa al senato nel collegio plurinominale di Parma, Piacenza e Reggio Emilia.

“Le sanzioni funzionano – continua Corazza -. Oggi il Pil della Russia è crollato dell’11%, inoltre ha una forte carenza di pezzi di ricambio e di tecnologie in tutti i settori strategici. La destra che si divide sulla politica estera più importante non può governare il Paese, rischia di affondarlo e l’Italia non può permetterselo: sulla politica estera è fondamentale mantenere il fronte europeo unito e compatto”.

“Salvini, poi, fa disinformazione quando afferma che le sanzioni hanno causato l’aumento del prezzo del gas: il costo era già in rialzo prima della guerra, e comunque le sanzioni non riguardano la sua fornitura all’Italia”.



“A differenza della destra populista – conclude Corazza – noi di +Europa stiamo con l’Italia e con l’Unione Europea, e proponiamo atti concreti subito per fronteggiare la forte crisi che si sta per abbattere in Europa: proseguire con il pacchetto sanzioni, garantire un tetto europeo al prezzo del gas, investire subito sull’energia rinnovabile e su nuovi rigassificatori per sganciarsi dal gas russo, garantire sostegni immediati a famiglie e imprese per calmierare il costo delle bollette. Infine, massimizzare la produzione nazionale riattivando le centinaia di piattaforme per l’estrazione del gas italiano su pozzi inattivi ma tutt’altro che esauriti. La buona politica, quella seria, passa da proposte concrete e fattibili”.

valparmahospital