Dall’Emilia-Romagna colonna mobile in Abruzzo

assaggiami
Lombatti

07/04/2009
h.12.50

“La Regione Emilia-Romagna sta rispondendo alla richiesta di aiuto delle popolazioni colpite dal terremoto inviando volontari e tecnici di Protezione civile, strutture sanitarie e mezzi per l’assistenza alla popolazione”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Vasco Errani.
Fin dalle prime ore di questa mattina Errani sta seguendo l’evolversi dell’emergenza terremoto in Abruzzo, insieme all’assessore regionale Marioluigi Bruschini e al direttore dell’agenzia regionale di Protezione civile Demetrio Egidi, in costante raccordo con Guido Bertolaso e col presidente dell’Abruzzo Gianni Chiodi.
La Protezione civile regionale sta inviando in Abruzzo una sezione della Colonna mobile regionale destinata all’assistenza alla popolazione, due Posti medici avanzati per il soccorso sanitario in collaborazione con il 118, una task force logistica di pronto intervento, due moduli cucine che garantiscono 400 pasti turno, una squadra di geometri e ingegneri volontari specializzati nella rilevazione dell’agibilità degli edifici.
E’stata altresì allertata una struttura mobile protetta per anziani non autosufficienti; per un totale di 120 tra volontari, funzionari e tecnici di Protezione civile che nel giro della giornata arriveranno all’Aquila, nel quadro degli interventi di soccorso coordinati dal Dipartimento nazionale.
L’assessore regionale Bruschini e Egidi sono da questa mattina in riunione permanente con i tecnici e i funzionari presso il Centro multirischio dell’Agenzia regionale, che funzionerà da presidio permanente e centro di raccordo logistico dei volontari e dei tecnici inviati nelle zone terremotate.
Prosegue, nel frattempo, il monitoraggio dell’evento sul territorio dell’Emilia-Romagna, che al momento non ha evidenziato danni significativi secondo le verifiche effettuate congiuntamente dalle strutture tecniche della Regione, delle Province e dei Vigili del fuoco.

comunali2022