Fincuoghi, altro passo avanti

29/06/2011

Il tribunale di Modena ha autorizzato la stipula del contratto con la Kale, (5° produttore ceramico in Europa) il grande gruppo turco che ha intenzione di acquistare attraverso una fase preliminare d’affitto il ramo d’azienda della Fincuoghi di Borgotaro attuando un piano di rilancio in cui sono previsti investimenti e innovazione tecnologiche e di prodotto. E’ questa la buona notizia che il presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli ha comunicato poco prima dell’incontro del tavolo istituzionale riunitosi nel tardo pomeriggio di ieri in Provincia.
Tra quindici giorni potrebbe riprendere la produzione, ma ci vorrà un po’di più – sottolinea Bernazzoliè un punto molto rilevante per i 261 lavoratori di Borgotaro e del modenese che attendevano questa notizia per il loro futuro. Tutto avverrà senza interruzioni, con una prosecuzione del contratto e mantenendo l’anzianità. E’ quindi un risultato molto positivo che viene a coronare un lavoro fatto al tavolo istituzionale con i soggetti sociali”.
Il punto da risolvere, e che è stato discusso oggi al tavolo al quale è intervenuto l’assessore regionale alle Attività produttive Giancarlo Muzzarelli, è quello di Bedonia. La società pubblica Soprip, è in campo con una proposta che comprende la collaborazione la Powergress, che ha l’obiettivo della continuità produttiva e del mantenimento di tutti i posti di lavoro. Il percorso quindi è in fase meno avanzata rispetto allo stabilimento di Borgotaro.
E’ una giornata positiva per il pacchetto Fincuoghi – ha detto Muzzarelli si comincia a dare gambe al progetto che ora deve vedere Regione e Autonomie locali concentrate su Bedonia. Farò nei prossimi giorni una serie di verifiche e la prossima settimana si riunirà il tavolo istituzionale per discutere un ulteriore accordo per Bedonia e consegnarlo al tribunale insieme all’offerta irrevocabile. E’ l’ultima tappa di una avventura che si sta volgendo al meglio”.
Oltre a Bernazzoli e Muzzarelli all’incontro erano presenti l’assessore provinciale Manuela Amoretti, Alessandro Cardinali e Edoardo Terenziani rispettivamente presidente e direttore di Soprip, i sindaci Diego Rossi (Borgotaro) e Carlo Berni (Bedonia), gli imprenditori interessati all’operazione.
Dopo due anni di CIGS e ben due procedure concorsuali, il salvataggio del gruppo Fincuoghi e la risoluzione della grave situazione debitoria in cui era stata portata dalla vecchia proprietà

lombatti_mar24