Gerace (PD): “Sollecitare il Governo a rinnovare l’esenzione per i pazienti di Long Covid”

“Il long covid è una condizione di persistenza di sintomi e disturbi dopo l’infezione da Sars-CoV-2, che può interessare diverse funzioni e organi del corpo umano. Secondo l’OMS, il Long Covid non è una sindrome unica, ma la sindrome di più sindromi, che richiede un approccio multidisciplinare e personalizzato per la diagnosi e la cura dei pazienti”, spiega il Consigliere regionale e medico di base a Salsomaggiore Terme, Pasquale Gerace (PD), che su questo tema ha presentato una Risoluzione a sua prima firma.

“L’Associazione Italiana Long Covid (AILC) ha denunciato la mancanza di supporto medico, economico e sociale per i pazienti Long Covid, nonché le disparità di cure tra le diverse regioni italiane. Fino al 25 maggio 2023 i pazienti affetti da Long Covid avevano diritto a un codice di esenzione CV2123, che garantiva loro l’accesso gratuito alle prestazioni sanitarie necessarie per la loro condizione. Il codice è scaduto senza essere stato rinnovato o sostituito da alcun altro provvedimento. Per quanto riguarda i residenti emiliano-romagnoli, l’esenzione veniva riconosciuta dall’Azienda USL di assistenza, su richiesta del cittadino, previa esibizione della lettera di dimissione ospedaliera da cui si evinca il ricovero per la diagnosi di COVID-19” afferma Gerace.

 

† Anche la traduzione sbagliata del Vangelo Maria! Maddalena chiede ancora di essere accettata e di far brillare con sé il femminile del mondo (di Francesca Saccani)

 

La stessa Associazione Italiana Long Covid (AILC) ha denunciato la mancanza di supporto medico, economico e sociale per i pazienti Long Covid, nonché le disparità di cure tra le diverse regioni italiane. “Considerato che il long covid è una sfida ancora aperta per la scienza e la medicina e che sono tutt’ora in corso diverse ricerche a livello nazionale e internazionale per comprenderne meglio le cause, i meccanismi e le conseguenze è necessario proseguire nell’attività di promozione, di sensibilizzazione, informazione e formazione sul Long Covid, coinvolgendo le associazioni dei pazienti, i medici di base, i centri di riferimento e gli altri attori del sistema sanitario regionale” prosegue il consigliere regionale.

“Il Long Covid va affrontato attraverso un approccio collaborativo tra le diverse regioni italiane, insieme al Ministero della salute, per definire le linee guida nazionali e per monitorare l’evoluzione della sindrome. Attraverso la mia risoluzione ho chiesto alla giunta regionale di sollecitare il Governo a rinnovare – per i pazienti affetti da Long Covid -l’esenzione (esenzione CV2123) che garantiva loro l’accesso gratuito alle prestazioni sanitarie necessarie per la loro condizione”, conclude Gerace.

cioccolato