Il cuore e l’entusiasmo del Comitato Parma Pride per l’emergenza Coronavirus. INTERVISTA

L’emergenza sanitaria ha colpito e sta continuando a colpire duramente tutt* noi. Parma Pride, però non si arrende e offre il suo pieno sostegno alla città.

Queste sono le parole di esordio del comunicato stampa del Comitato Parma Pride che ci tiene a far presente che l’impegno che lo ha sempre contraddistinto è stato quello di spendersi, senza riserve, a sostegno della comunità LGBTQ* parmigiana.

Ed è proprio per tal motivo che i membri del Comitato non potevano restare fermi in un momento così difficile per la comunità, mesi in cui il diritto alla serenità famigliare ed individuale risulta molto minacciato.

Il Comitato organizzatore consapevole di tale situazione ha da tempo preso la decisione di rimandare all’anno prossimo il primo Pride della storia parmigiana ma ciò non ha esaurito il proprio impegno e per tal motivo ha donato al servizio sanitario locale la somma di 1000 euro contribuendo all’iniziativa di Mashup Events: ” The show must go home” finalizzata a raccogliere fondi per gli ospedali di Parma, Fidenza-Vaio e Borgotaro inserendosi, così nella campagna di Fondazione Munus.

Nella certezza che il Comitato tornerà ad impegnarsi per riabbracciarsi e tenersi per mano, abbiamo voluto sapere di più del progetto di comunicazione Mashup Events e per tale motivo abbiamo voluto incontrare Catalina Torracca e Grazia Papadia, fondatrici di tale progetto di comunicazione, e rivolgere loro alcune domande.

Quali sono le finalità del vostro progetto?

La nostra idea sin dall’inizio, è stata quella di conciliare beneficenza ed arte creando attraverso la musica un canale è un mezzo per raccogliere solidarietà e per sensibilizzare quanti ancora non avevano avuto l’occasione per donare a favore di questa grande emergenza.
Ci potete raccontare in che cosa consiste ” The show must go home”?
È una rassegna musicale on line da noi organizzata e che ha come fine quello di raccogliere fondi per gli ospedali della nostra provincia inserendosi nella grande vasta campagna di Fondazione Munus.

Quante esibizioni live erano state previste ?

Ben sette con diversi artisti che si sono esibiti dal vivo ma visto il grande successo se ne sono aggiunte tre e le prossime si terranno giovedì 7 con il cantautore Lucas Lopez e martedì 12 con il compositore-pianista Francesco Nigri.

Quali altri artisti hanno raccolto il vostro invito?

Sono tanti e tra questi ricordiamo : Guido Maria Grillo, Sara Loreni, Patrizia Mattioli, Icaro Cade, Rita Zingariello, Victoria Vegas e Davide Giangaspare.
Come è possibile collegarsi e godere di uno spettacolo da voi offerto?
Le performances si tengono sul canale Facebook di Mashup Events alle ore 19 e durante le dirette gli utenti potranno ancora donare per sostenere le iniziative benefiche proposte da Fondazione Munus.

Ma è vero che avete già raggiunto l’obiettivo che vi eravate prefisse inizialmente?

Sì, è proprio vero e tale cosa ci rende molto felici e soddisfatte anche perché per tale successo dobbiamo ringraziare in particolare modo il Comitato Parma Pride che ha deciso di appoggiare la campagna di raccolta fondi con una generosa donazione.

Raffaele Crispo