Il 25 aprile delle biblioteche di Parma

Lombatti

30/03/2010
h.16.40

Per le celebrazioni del 25 aprile 2010 l’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma, in particolare la Biblioteca U. Balestrazzi, propongono tre diversi appuntamenti che hanno come filo conduttore la ricostruzione di vicende personali che diventano esempio vivo di un momento storico, della memoria del 900 che è pratica essenziale per conservare origini e valori della nostra democrazia.
La ricostruzione e conservazione della memoria uno dei cardini dell’attività di biblioteca, viene promossa durante questo prossimo 25 aprile grazie alla raccolta di voci e scritti dei protagonisti in una rassegna che diviene memoria civile, che vuole essere servizio pubblico ai futuri cittadini per una pratica di crescita vigile e partecipe, poiché memoria e storia sono elementi costitutivi del nostro presente e soprattutto del nostro futuro e queste voci sono ancora molto vicine ….
Ci caricarono tutti sui camion tedeschi, seduti sulle panchine sotto la minaccia delle armi, avevamo l’ordine di alzarci in piedi e di far loro da scudo ogni qual volta fossimo stati intercettati da aerei nemici. Non vi racconto del viaggio angoscioso, della battaglia sanguinosa che ne seguì. Tutto questo potete leggerlo nel libro “La seconda Julia nella resistenza” di Sergio Giliotti, perché tutto fa parte della storia, quella con la S maiuscola, quella che si legge nei libri di scuola; darò. invece qualche piccola notizia per chi leggerà questo racconto all’età che avevo io al momento della storia.
Quel giorno io indossavo un abito di pizzo bianco che la mia mamma aveva ricavato da una camicia della nonna; era molto bello e servì poi per fare la bandiera bianca all’automezzo che i partigiani requisirono ai tedeschi, con il quale ci riportarono a casa dopo la lunga e sanguinosa battaglia: eravamo tutti vicini, morti, feriti e salvi come fui io, mentre mia mamma e la mamma della Mirka furono gravemente ferite, il papà e la nonna della Mirka furono uccisi e il mio papà ferito
.”
Patrizia Tagliavini che aveva 7 anni nel 44 a Borgotaro.

Sala Consiglio della Residenza Municipale
17 aprile ore 10,30
Non è stata una vacanza all’estero: la scelta di Pierino Ghiretti

Ghiretti consigliere comunale di Parma e poi assessore al decentramento, sarà ricordato in un toccante memoriale, ripercorrendo la sua vicenda di deportato di guerra in Germania negli ultimi drammatici momenti del conflitto, che viene pubblicata grazie a cura della famiglia Ghiretti. e dettagliata dal figlio Sergio con interventi di Luca Sommi, Ferdinando Sandroni.
Concluderà Giovanni Galli-Direttore Istituzione Biblioteche del Comune di Parma con una tavola rotonda aperta alle domande degli studenti sul tema “ Dov’eri, cosa ti è accaduto quel 9 settembre del ’43?”. Testimonianze di Mario Pasquali, Renato Lori, Walter Cantoni.

Oratorio Novo della Biblioteca Civica
Sabato 24 aprile ore 10.30
La scelta: vivere contro la morte

L’incontro sarà condotto da Giovanni Galli – Direttore Istituzione Biblioteche del Comune di Parma.
e partecipa ad un progetto di partecipazione attiva degli studenti con scelte testuali e letture ad alta voce ed ha coinvolto numerosi istituti scolastici della città.
Quest’iniziativa ha l’obiettivo di proporre microstorie di ieri ai ragazzi di oggi, per farli sentire partecipi di un vissuto, di un’altra adolescenza e suggerire nuovi percorsi di indagine, nuovi temi per una strutturazione non retorica della memoria non retorica.
Insegnanti-scrittori e studenti-lettori delle classi IB e IG dell’Istituto Albertina Sanvitale affronteranno le tematiche e le vicende descritte ne:
L’erede del podestà di Giovanni Casaura . Editore Aletti,2006. Nel 2007 vincitore del prestigioso “Premio Matteotti” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Lupi e tesori di Maria Nicoletta Anedda, racconto pubblicato sul sito Lettori &Scrittori della Biblioteca Civica

Sala conferenze Istituto Storico della Resistenza – V.lo Delle Asse
In collaborazione con ISREC
Martedì 27 aprile ore17

Presentazione di “La seconda Julia nella Resistenza : la più bianca delle brigate partigiane” di Sergio Giliotti. Editore Diabasis.
La pubblicazione, edita per la prima volta nel 1996 con la presentazione di Sergio Passera e il contributo della Federazione italiana volontari della libertà e dell’Associazione partigiani cristiani, in questa seconda edizione va ad arricchire la Collana Carte di lavoro, Collana editoriale dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma.