Immigrazione, Vignali scrive al prefetto

comunali2022
Lombatti

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
30/10/2010
h.13.10

Applicare la direttiva europea per l’allontanamento dei comunitari che soggiornano in città per più di tre mesi senza essere iscritti all’anagrafe”.
E’ quanto scrive il sindaco Pietro Vignali al prefetto di Parma Luigi Viana in una lettera, nella quale il primo cittadino chiede di seguire l’esempio di Torino, che dall’inizio dell’anno ha allontanato 46 stranieri in base ad una direttiva comunitaria sul diritto di soggiorno: “Nel quadro di un leale e proficuo rapporto di collaborazione istituzionale concernente la sicurezza urbana – scrive il sindaco – desidero sottoporre alla Sua attenzione l’opportunità che sia valutata la possibilità di mettere in campo iniziative e strumenti operativi di controllo, idonei a dare applicazione effettiva alla Direttiva 2004/58/Ce del Parlamento e del Consiglio dell’Unione europea del 29 aprile 2004”.
Tutto questo, si legge ancora nella lettera, per “assicurare quanto più è possibile il livello di vivibilità della nostra comunità”.
In pratica la norma prevede che sia la Questura a procedere a controlli incrociati e ad istruire la pratica. Il Prefetto, poi, emana un provvedimento ad hoc per cui si dà tempo un mese per lasciare il territorio.
Ad essere colpiti sono i comunitari che soggiornano in un altro Paese europeo per più di tre mesi, ma che non si sono iscritti all’anagrafe comunale, come le norme impongono, o si sono visti respingere la domanda.

 

valparmahospital