La storica festa della “Madonna del soldato” di Castelguelfo chiude la rassegna “Estate nelle pievi”

Nella bellissima Chiesa Romanica parrocchiale di Castelguelfo, dedicata a santa Maria Maddalena, collocata sulla Via Emilia lungo il percorso Francigeno su cui passavano i pellegrini diretti a Roma, domenica 3 Ottobre si è celebrata per l’80^ anno la festa della “Madonna del Soldato” in modo particolarmente solenne.

Al mattino si è celebrata la messa e la processione con la statua della Madonna del Rosario, per chiedere la cessazione di ogni violenza nel mondo e ricordando i giovani caduti castelguelfesi. Su loro richiesta infatti nel 1941 il loro “papà spirituale” cav. Enrico Melegari organizzò una solenne processione per implorare protezione per i giovani e per chiedere la fine della guerra.

Al momento religioso è seguito il concerto reading “Dante 700”, un omaggio a Dante di rara bellezza, con il Soprano Angela Gandolfo, l’attrice Maria Antonietta Centoducati ed il maestro concertatore al pianoforte Roberto Barrali. Il concerto è stato l’ultimo appuntamento del progetto “Estate nelle pievi” ideato dalla Provincia di Parma per Parma Capitale italiana della Cultura 2021, con il patrocinio del Comune di Fontevivo, la collaborazione artistica di ParmaOperArt e il sostegno della Ditta Azzali. Un foltissimo pubblico, che la chiesa non è bastata ad accogliere nel rispetto delle misure di sicurezza necessarie, ha seguito anche tramite la diretta Facebook con trepidazione ed emozione l’intensa recitazione dell’attrice, che ha declamato vari brani della Divina Commedia scelti insieme al gruppo organizzatore “Amici di Castelguelfo”.

La recitazione si è appoggiata ad un tappeto musicale magistralmente dispiegato dal Maestro Barrali, che ha collegato con sapienza i testi a brani lirici raramente eseguiti e magistralmente interpretati dal soprano, spaziando da Donizetti, Rossini, Liszt, Ponchielli e Zandonai a Verdi. Il pubblico ha tributato una vera ovazione agli artisti, dimostrando con il suo entusiasmo di ammirare il connubio tra le parole del Sommo Poeta, la musica e le ricercate liriche. Le numerose richieste di bis hanno concluso l’emozionante pomeriggio, che ha visto l’intervento di Matteo Agoletti, assessore alla cultura del comune di Fontevivo e del parroco don Luca Bigarelli, unitamente all’arrivederci al 2022 da parte del gruppo “Amici di Castelguelfo”, con altre importanti iniziative.