Lega: “Quante bugie della Giunta su Svoltare. La Rossi e Pizzarotti si dimettano”

“Su Svoltare la giunta del Comune di Parma è indifendibile e ha raccontato un sacco di bugie: l’assessore Rossi deve dimettersi. Si deve dimettere anche il sindaco Pizzarotti che la sta coprendo”.

Sono queste le richieste dei consiglieri della Lega Laura Cavandoli ed Emiliano Occhi avanzate oggi in conferenza stampa.

Parte la Cavandoli: “1) Pizzarotti ha scritto che le indagini della Procura su Svoltare sono partite dal suo esposto. E’ falso, l’esposto su Svoltare l’ha fatto prima la Regione Emilia Romagna.

2) La Rossi aveva dichiarato che dal giorno dell’esposto (31 ottobre 2018) non erano state più erogate risorse pubbliche alla finta onlus. Falso. Gli sono stati affidati servizi anche nel 2020, addirittura con affidamenti diretti. Ma come può essere possibile: prima fanno un esposto perchè hanno presentato documenti falsi sbianchettati, e poi gli danno altri incarichi? (vedi affidamenti 2018, 2019, 2020).

3) Pizzarotti ha dichiarato che la cooperativa Svoltare è altra cosa rispetto alla finta onlus. Falso: hanno stesso nome, stesso indirizzo, stesso ambito di intervento, stesso capo.”

Produrre autocertificazioni false in appalti pubblici è un grave reato penale. Ma nonostante questo,

Il giorno prima dell’esposto, in una manifestazione in piazza la Rossi continuava a lodare Svoltare come un modello gestionale”.

“Nella diretta facebook di due settimane fa Pizzarotti è apparso impreparato, in difficoltà, non riuscendo a dire di più che l’opposizione fa attacchi strumentali” aggiunge Emiliano Occhi. “E’ evidente che il rapporto tra Svoltare e il Comune di Parma fosse strettissimo. Svoltare operava come un ufficio welfare del Comune. C’era una comunione di intenti tra Svoltare e la giunta, è chiaro che andassero a braccetto anche dopo l’esposto”.