Legalità e Coesione, consistente finanziamento della Regione per il progetto sul San Leonardo

Amministrazione Comunale in prima linea nella promozione della legalità e tutela della sicurezza pubblica: va in questo senso l’accordo di programma sottoscritto tra Comune e Regione Emilia Romagna per lo sviluppo del progetto: “San Leonardo: azioni integrate per la riqualificazione del Quartiere”.

L’Amministrazione, infatti, attraverso questo accordo, è riuscita ad intercettare un importante finanziamento regionale per dare seguito ad un sistema integrato di sicurezza nel Quartiere: la Regione ha stanziato 150mila euro a cui si aggiungono 46mila euro del Comune, per un totale di 196mila euro.

“San Leonardo – ha commentato il sindaco Michele Guerra – è il quartiere in cui questa Amministrazione, in termini quantitativi, sta investendo di più. Oggi presentiamo una seconda parte del progetto “Legalità e Coesione” che parte dai temi della sicurezza, molto delicati e sentiti in questa zona, ai quali unire attività di taglio socio culturale che possano servire a riqualificare la vivibilità del quartiere. Il finanziamento molto importante arrivato dalla Regione, unito agli sforzi del Comune, ci darà la possibilità di investire e di lavorare anche sulla riqualificazione dei parchi e delle aree del San Leonardo. Legalità e Coesione significa questo: politiche di sicurezza accanto a nuovi progetti sulla vivibilità”.

 

† Dialogo tra Maria Maddalena e Andrea Marsiletti sul lungolago di Tiberiade

 

L’assessore alla Legalità Francesco De Vanna ha sottolineato: “Con questo nuovo progetto di sicurezza urbana integrata, finanziato anche dalla Regione, rafforziamo l’attenzione dell’Amministrazione sul quartiere San Leonardo e portiamo avanti le attività del progetto “Legalità e Coesione”: confermiamo il finanziamento per le attività degli street tutor, potenziamo il servizio di videosorveglianza nelle strade principali della zona, interveniamo per la riqualificazione delle aree verdi e metteremo in sicurezza alcuni attraversamenti pedonali, oltre a incrementare altre attività incentrate sulla necessità di prevenzione e educazione, come il progetto di educativa di strada”.

L’accordo di programma segue l’avvio del progetto “Legalità e Coesione”, messo in atto dall’assessorato alla Legalità a inizio mandato, e conferma gran parte delle azioni previste nel progetto declinate, in questo caso, in base alle esigenze legate al Quartiere San Leonardo, realtà su cui si è focalizzata l’attenzione dell’Amministrazione in termini di sicurezza, sviluppo urbanistico, progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana, compreso il Parco Nord.

Tutto questo nella logica di azioni che favoriscono la promozione di un sistema integrato di sicurezza, il coordinamento e lo sviluppo di azioni integrate di natura preventiva, con azioni di tipo sociale mirate alla riduzione del danno e alla risoluzione dei conflitti, interventi di riqualificazione urbana e controllo del territorio, azioni dirette al mantenimento e alla cura del decoro urbano, nel rispetto del principio di legalità.

Ecco cosa prevede l’accordo incentrato sulla promozione di politiche di sicurezza urbana che, accanto a interventi di riqualificazione, puntano su azioni di accompagnamento sociale per una migliore vivibilità e sicurezza dello spazio pubblico.

Sono diverse le azioni progettuali.

1. Contrasto al disagio giovanile attraverso l’educativa di strada (attività di animazione, laboratori culturali e artistici). Tale attività, già attuata nella zona della Ghiaia e del centro storico, sarà estesa anche al Quartiere San Leonardo con lo scopo di intercettare i giovani per riqualificare il loro tempo libero, favorendo la cittadinanza attiva, e aiutarli a maturare una maggiore consapevolezza e messa in pratica dei principi della convivenza civile. E’ un’azione finalizzata a prevenire situazioni di disagio, di esclusione sociale e di comportamenti a rischio di devianza e di uso/abuso di sostanze.

2. Servizio di “Street Tutor”. Viene confermata la misura, prevista dalla DGR n. 164 del 08/02/2021, avviata per i pubblici esercizi e le attività commerciali presenti in Centro e nel comparto della stazione Ferroviaria, estesa anche ad altre strade del quartiere San Leonardo, prevalentemente nelle ore pomeridiane e serali in modo da supportare i pubblici esercizi e le attività commerciali della zona per vivere con maggiore tranquillità e sicurezza lo spazio pubblico. La misura costituisce un’azione di mediazione sociale e prevenzione dei rischi nelle aree e negli spazi pubblici adiacenti ai pubblici esercizi e in luoghi nei quali si svolgono eventi pubblici.

3. Iniziative Culturali nel Parco del Naviglio. La promozione di iniziative come strumento di coesione sociale, grazie alla rassegna culturale estiva organizzata nell’area verde principale del quartiere San Leonardo per di vivacizzare e animare la zona nel tardo pomeriggio/sera attraendo non solo i residenti del quartiere ma tutta la Città.

4. Riqualificazione urbana delle strade principali del quartiere attraverso la messa in sicurezza di due importanti attraversamenti pedonali che saranno illuminati e resi ben visibili anche di giorno con luci lampeggianti sempre attive.

5. Riqualificazione dell’area verde tra via Verona e via Pescara: nello spazio verde, in prossimità al Polo Socio – Sanitario (e la costruenda Casa della Comunità San Leonardo), sarà potenziata l’illuminazione, installati giochi bimbi per favorire l’utilizzo del parco da parte degli abitanti del quartiere, e sistemato il verde.

6. Implementazione dell’attuale sistema di videosorveglianza che sarà migliorato sia incrementando il numero dei punti di ripresa nel quartiere, sia in termini qualitativi e di performance dei sistemi in grado di interfacciarsi con software di analisi video.

 

lombatti_mar24