Punto di Comunità di Vaio: un servizio che cresce

Decine di contatti con i cittadini, 174 ore di apertura, 58 turni e 435 ore di lavoro totali per gli operatori. Sono solo alcuni dei numeri del Punto di Comunità dell’ospedale di Vaio, che dalla fine dello scorso settembre ha iniziato la propria attività nella struttura fidentina. Ma, più che nei numeri, l’importanza di questo servizio è nell’essere diventato in pochi mesi sempre più un punto di riferimento per la popolazione. Si tratta di uno spazio gestito interamente da volontari, voluto dall’Azienda Usl di Parma e realizzato in collaborazione con CSV Emilia, il Comune di Fidenza, i Comuni del distretto, l’Asp distrettuale e il supporto del Comitato consultivo misto del distretto di Fidenza: inaugurato a fine maggio 2023, dopo un periodo di formazione degli operatori, ha iniziato la propria fase operativa da circa cinque mesi. L’obiettivo del Punto di Comunità di Vaio è essere di aiuto a chi si trova in una condizione di fragilità, in particolare con interventi a sostegno della domiciliarità. Sono semplici ma significativi i servizi di supporto offerti dai volontari, come occuparsi della spesa per chi non è in grado di farlo da solo, accompagnare a visite ed esami specialistici, aiutare nel disbrigo di pratiche burocratiche, orientare verso i servizi territoriali sociali e socio-sanitari chi è dimesso dall’ospedale e che, per condizioni di fragilità, necessita di un aiuto.

“La forza di questo servizio – ha commentato Andrea Deolmi, direttore del distretto di Fidenza dell’Ausl – è la grande disponibilità dei volontari ed il lavoro di squadra per sostenere chi ha bisogno di aiuto, o semplicemente ha necessità di essere ascoltato ed orientato”. “Mi auguro – ha continuato – che questo progetto continui a crescere.”

 

Michele Guerra varca la soglia della clausura del monastero delle Carmelitane Scalze (di Andrea Marsiletti)


In questi primi mesi di attività, gli operatori del Punto di Comunità hanno aiutato diverse decine di cittadini fornendo, per esempio, informazioni sulle attività dei reparti e dei servizi territoriali dell’Ausl, affiancando le persone nella compilazione di pratiche e documenti sanitari o attivandosi per l’organizzazione di trasporti da e per strutture sanitarie e socio-sanitarie.

“I primi cinque mesi di attività – ha aggiunto Simona Tedeschi, coordinatrice operativa appartenente al CSV Emilia – sono stati senza dubbio intensi: hanno rappresentato un laboratorio in cui le associazioni si sono messe in gioco e hanno dato vita ad un servizio nuovo per questo territorio. Ora la sfida è consolidare l’operato e continuare su questa strada, con l’intenzione di allargare l’attività ad altri volontari.”

IL PUNTO DI COMUNITA’ DI VAIO

E’ uno dei 12 punti presenti in provincia, parte della rete del progetto Parma Welfare: attualmente lo spazio di Vaio è gestito da sedici volontari, appartenenti alle associazioni del territorio Anteas, Arim, Auser, Croce Rossa Italiana di Fidenza e Fontanellato, Dott. Bruno Mazzani, Gruppo sostegno alzheimer, Protezione Civile Fidenza, Associazione ricreativa culturale e Avis. Il Punto di Comunità si trova nel cortile interno della struttura fidentina, al piano terra, ed è attivo nelle mattine di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e il giovedì pomeriggio dalle 12.30 alle 15.30. Inoltre, per informazioni o altre necessità, è possibile contattare telefonicamente il servizio al numero 0524/515590, oppure via e-mail all’indirizzo puntocomunitavaio@gmail.com .

lombatti_mar24