Salsomaggiore, “dubbi legittimi sul campo da golf”

13/01/2009
h.10.00

“Se essere contro questa operazione sull’area del Golf significa mettersi contro al golf su scala universale, e sia: sono contro”. È con queste parole che il Consigliere comunale di Forza Italia – Pdl Lupo Barral interviene sulla vicenda del campo da golf.
“In realtà le cose sono diverse e i toni apocalittici del presidente del Golf club Zuccheri sono quanto meno fuori luogo, soprattutto perché indirizzati a censurare l’attività legittima di consiglieri comunali di opposizione – ha quindi aggiunto – Forse, come un ex corsista delle Frattocchie, Zuccheri crede ancora nel pensiero unico, matrice culturale della scuola comunista, ma i tempi sono cambiati. Se il golf ha penuria di soci, infatti, sarà colpa solo dei sordidi consiglieri comunali di opposizione che non vogliono la lottizzazione ma il rilancio o anche, e in massima parte, del presidente Zuccheri?”
Sulla vicenda è decisamente critico anche il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Luigi Giuseppe Villani secondo il quale: “Avere dubbi sull’operazione del golf di Salsomaggiore è più che legittimo. Se il campo da golf, in 20 anni, non è decollato, la colpa, non credo sia degli odierni disfattisti, ma degli amministratori di ieri, Zuccheri in testa, che vollero il campo da golf così e in quella landa sperduta a tutti i costi, anche contro il buon senso. E quale nesso astrale ci sarà mai tra la costruzione di case e l’attività sportiva del golf?
Questa operazione non ha certo l’aria di essere un piano di rilancio dell’attività sportiva potenzialmente attrattiva per il turismo, piuttosto una vera e propria lottizzazione con dubbi sul rispetto delle normative urbanistiche e ambientali e della legittimità sia contabile sia della società olandese che controlla l’acquirente Conopri la quale, come capitato in passato per altre società che avevano il controllo del Golf club, ha riferimenti nel paradiso fiscale dell’Isola di Man”.

top50_dic2018