Traversetolo: un casting per dare un volto al Museo Renato Brozzi

proges_4_21

Il modo migliore per scoprire Traversetolo è farlo in compagnia di uno dei suoi personaggi più illustri: il poliedrico artista di inizio Novecento Renato Brozzi, scultore, incisore, orafo. O meglio, in compagnia di Renato Brozzi quando era poco più che un ragazzino.

Sarà lui il protagonista dei video del gaming internazionale “Ma Quante ne So? I Tesori nascosti di Traversetolo”, ideato per promuovere il territorio e il museo dedicato all’artista. Il progetto è stato proposto dal Comune e ha ricevuto un finanziamento dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il Bando della consulta emiliano – romagnoli nel mondo. “Ma quante ne so?” è un gaming internazionale per adulti e bambini: grazie a un quiz interattivo on line e a momenti ludici di qualità si faranno conoscere luoghi del patrimonio storico-artistico di Traversetolo a un pubblico nazionale e internazionale allargato. Il Comune ha affidato l’incarico di sviluppare il progetto alle startup Arternative srl, già autrice delle audioguide del Museo e che si occuperà di implementare la app e la piattaforma per il quiz e la competizione, e Creative Keys, responsabile del coordinamento e supporto organizzativo e di comunicazione.

Arternative realizzerà una serie di quiz interattivi che, una domanda dopo l’altra, accompagneranno il potenziale visitatore alla scoperta del paese, delle sue bellezze e della sua storia. Alcuni di questi quiz saranno in formato video e avranno per protagonista, appunto, un giovane Renato Brozzi in veste di narratore.

A indossare i panni dell’artista sarà un giovane aspirante attore, tra gli otto e i sedici anni, che verrà selezionato attraverso un casting, che si terrà il 20 luglio 2021 al Museo Renato Brozzi, in via Fratelli Cantini 8 (Traversetolo, Parma).

Il casting

Per partecipare alle selezioni è possibile compilare il form presente sul sito internet www.quickmuseum.it, oppure compilare il modulo cartaceo disponibile al museo.

Al momento dell’iscrizione sarà possibile scegliere la fascia oraria desiderata per presentarsi ai provini. I casting si svolgeranno martedì 20 luglio in due tranche: la mattina dalle 8 alle 13 e il pomeriggio dalle 14:30 alle 18:30.

È possibile iscriversi anche il giorno stesso dell’evento ma è consigliato pre-registrarsi online. Verranno presi in considerazione infatti soltanto i primi 25 candidati.

La giuria che selezionerà i candidati è composta dalla curatrice onoraria del museo, prof.ssa Anna Mavilla, da Cristian Camanzi, membro di ARTernative, e da due membri dell’associazione culturale Kaosteatri.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.quickmuseum.it

CONTATTI

Alessandro Gallo

ale@arternative.it  | tel. +39 328 248 0994

Cristian Camanzi

cristian@arternative.it | tel. +39 333 265 3097

Federica De Vincenzi

fede@arternative.it | tel. +39 338 183 1438

www.arternative.it

www.quickmuseum.it

Chi era Renato Brozzi?

Renato Brozzi nasce a Traversetolo nel 1885. Fin da bambino mostra la sua inclinazione per l’arte, cimentandosi con impegno nel disegno e nella musica, fino ad abbracciare l’arte dell’incisione e della scultura, con risultati eccellenti. La sua creatività incontenibile lo spinge a mettersi costantemente alla prova, sperimentando diverse tecniche e confrontandosi con diversi soggetti artistici.

Nel 1907 si trasferisce a Roma, per perfezionare la sua formazione come incisore, prendendo parte a mostre importanti, anche a livello internazionale. Invecchiando, Brozzi si ritira a vita privata, pur continuando a lavorare su sculture e disegni. Muore a Traversetolo nel 1963.

Il Museo Renato Brozzi

Il museo, inaugurato nella sua attuale sede nel 2007, raccoglie la sterminata produzione artistica che Renato Brozzi ha donato al suo paese natale.

La collezione testimonia il grande eclettismo di questo artista, poiché raccoglie opere

afferenti ai generi e alle tecniche più svariate: disegno, scultura e oreficeria, declinate a rappresentare paesaggi, ritratti e animali. Il museo custodisce inoltre un ricco carteggio tra Renato Brozzi e Gabriele D’Annunzio, suo committente e amico.

Arternative

 Arternative Srl è una startup innovativa che ha l’obiettivo di divulgare l’arte in modo coinvolgente e innovativo, attraverso la gamification, lo storytelling e la tecnologia mobile. Prodotto di punta di Arternative infatti è QuickMuseum, un’app che guida i visitatori nei musei e in altri luoghi di cultura, attraverso percorsi personalizzati, mappe interattive, giochi e audioguide curate da art blogger italiani.

Nel 2020 Arternative ha realizzato i video in realtà aumentata, i percorsi di visita e le audioguide per il Museo Glauco Lombardi di Parma, selezionando l’attrice che ha dato un volto alla duchessa Maria Luigia, attraverso un casting che ha visto coinvolte decine di candidate.