Treni, Fellini scrive a Peri

29/07/2011
h.15.00

La situazione del trasporto ferroviario della nostra provincia, e in particolare di Fidenza, è preoccupante: troppo pesanti le ripercussioni dei tagli del governo. Lo afferma l’assessore provinciale ai Trasporti Andrea Fellini in una lettera inviata all’assessore regionale Alfredo Peri, e per conoscenza anche al presidente di Fer Gino Maioli e al direttore regionale di Trenitalia Salvatore Di Ruzza: una lettera nella quale Fellini chiede a Peri di sottoporre nuovamente il problema alla Conferenza Stato-Regioni.
“Pur essendo pienamente consapevole degli enormi sforzi che la Regione Emilia-Romagna sta facendo per contenere le drastiche conseguenze dei tagli del Governo, devo registrare che la provincia di Parma è venuta a perdere importanti servizi di trasporto su ferro, che riguardano soprattutto ma non solo l’ambito di Fidenza, con conseguenti reali disagi per il vasto comprensorio”, dice Fellini, che aggiunge: “Ad oggi il territorio parmense appare marginalizzato e la stazione ferroviaria di Fidenza declassata, in quanto, a causa delle scelte operate, sembra svilita la valenza di nodo strategico di scambio modale. Le tratte di Cremona-Fidenza e Fornovo-Fidenza, per i ridimensionamenti subiti, non sono più in grado di svolgere un supporto minimale per le esigenze dell’utenza. Infine, con l’avvento dell’alta velocità, il territorio della provincia di Parma non è più servito da molti treni della linea Milano-Roma”.
Fellini chiede all’assessore regionale che il problema venga nuovamente sottoposto, quanto prima, alla Conferenza Stato Regioni” ritenendo necessario “che venga chiaramente definita, in modo congruo, la strategia di trasporto pubblico ferroviario sulle linee che investono la nostra provincia, il nodo di Fidenza in particolare. Ad oggi, infatti, tale strategia pare essersi offuscata, con disagio fortissimo per un’utenza da sempre educata all’uso del servizio ferroviario.
Naturalmente – scrive Fellini a Peri – garantisco la massima disponibilità nel sostenerti in tutti quegli interventi che vorrai effettuare sul Governo affinché il servizio di trasporto pubblico locale della nostra provincia non venga meno rispetto alle esigenze dell’utenza”.

lombatti_mar24