“Sfogliare Stanze”

assaggiami
Lombatti

27/09/2014
h.10.50

Da sabato 27 settembre fino a domenica 9 novembre, Palazzo Pigorini accoglierà la mostra “Sfogliare Stanze. Munari e altre storie per raccontare Corraini Edizioni”.
La mostra, a ingresso libero, è stata presentata in occasione di una conferenza stampa cui hanno partecipato Antonio Cellie, Amministratore Delegato di Fiere di Parma, Laura Maria Ferraris, Assessore alla Cultura Comune di Parma e Marzia Corraini vincitrice del premio Mercanteinfiera 2013.
La mostra si inserisce all’interno di Mercanteinfiera OFF, un vero e proprio progetto culturale ideato da Fiere di Parma e dal Comune che affiancherà all’esposizione di Palazzo Pigorini, un ciclo di incontri gratuiti con volti noti della cultura italiana, organizzati con il contributo della Casa Editrice. Gli incontri si svolgeranno in Galleria San Ludovico dal 28 settembre fino al 3 novembre.
“Non avremmo potuto sperare – ha introdotto l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – in un esito più soddisfacente dalla collaborazione con Fiere e Mercanteinfiera, che spero, anche in futuro, possa avere riscontri altrettanto significativi per la città. Questa mostra ha, oltre ad un indiscutibile valore artistico e culturale, anche il merito di essersi adattata e aver valorizzato uno spazio “difficile” come Palazzo Pigorini”.
“Siamo convinti che grazie alla collaborazione con il Comune di Parma – ha dichiarato Antonio Cellie, Amministratore Delegato di Fiere di Parma – e al nuovo corso internazionale di Mercante in Fiera iniziato nel 2010 (e culminato con la collaborazione con US Antiques), la nostra città potrà ambire a diventare nel futuro non solo una piazza di riferimento per il collezionismo internazionale e per il business antiquariale, ma anche destinazione di eccellenza dei nuovi turismi culturali in ragione di un territorio unico per patrimonio artistico e alimentare””.
“Sfogliare Stanze” non vuole essere un puro riconoscimento simbolico a Marzia Corraini, fondatrice con Maurizio Corraini, dell’omonima casa editrice, ma un’iniziativa concreta per trasferire al pubblico dei visitatori l’entusiasmo di una vita dedicata alla cultura, all’arte e ai libri.
Ad andare in scena, infatti, i ricordi di una vita all’insegna della cultura, che raccontano nelle stanze di Palazzo Pigorini, allestite per l’occasione come le pagine di un libro, una storia professionale e umana fatta di incontri speciali. Quelli con Bruno Munari, Enzo Mari, Giosetta Fioroni solo per citarne alcuni.
Disegni, bozzetti e illustrazioni, provenienti dall’ Archivio CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione di Parma e dalla collezione privata dei Corraini, affascinano tutti, adulti e bambini.
Conquistano i più grandi i progetti per le famose “macchine inutili”, di Bruno Munari, veri e propri oggetti d’arte con esclusiva valenza estetica, realizzati dall’artista milanese tra gli anni Cinquanta e Sessanta, le opere della geniale Giosetta Fioroni o il ritratto “Su Mao” di Andy Warhol. Stregano i più piccoli la serie di lavori per i libri Cappuccetto Giallo e Cappuccetto Verde dove il colore è il protagonista assoluto. Incantano tutti gli schizzi del maestro Enzo Mari per il volume Il gioco delle favole, mentre richiamano l’attenzione i suoi schemi di montaggio per l’autoprogettazione di mobili.
Per l’alto valore culturale, la mostra è stata patrocinata dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Al “parterre” degli artisti esposti a Palazzo Pigorini fanno da contraltare i volti noti della cultura italiana che animeranno – questa volta in carne ed ossa – il ciclo degli appuntamenti a Galleria San Ludovico. Molti i nomi noti: Giuseppe Cederna, Dacia Maraini, Franco Maria Ricci, Beppe Finessi, Alberto Munari, Denis Santachiara e Stefania Bertola.
Figure di spicco del nostro panorama culturale, che rifletteranno col pubblico sul ruolo del collezionismo cercando di analizzarne il possibile richiamo alla modernità nelle sue molteplici espressioni: dal design, alla multimedialità alla musica fino all’universo femminile. E ancora 8 laboratori pensati per gli adulti e per le scuole organizzati dalla Casa Editrice Corraini dove, ad essere protagonista, è l’arte illustrativa in tutte le sue declinazioni. Il primo appuntamento è domenica 28 settembre alle ore 18 con il compositore Francesco Nigri.
A chiudere la conferenza stampa di ieri, l’annuncio dei due vincitori del premio Mercanteinfiera 2014: Tea Falco, catanese under trenta, per il suo talento artistico poliedrico, che sceglie l’arte della fotografia come mezzo d’espressione e l’Associazione Culturale Others, per l’innovativo progetto MoRe, un museo digitale dedicato alla conservazione dei progetti di arte contemporanea non realizzati.
“Scegliere due realtà di talento ma anche giovani e attente al mondo del digitale non è un caso ma una ricerca specifica – afferma Ilaria Dazzi, Brand Manager di Mercanteinfiera – È un’apertura verso il futuro, un insolito fil rouge che però lega il mondo dell’antiquariato e l’era tecnologica creando un’inedita sinergia tra collezionismo e multimedialità per creare nuovi scenari che sappiano avvicinare sempre più un pubblico giovane”. 

comunali2022