Il ghetto di Cannaregio

kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino
Casa Bambini

29/03/2015

ACCADDE OGGI: 29 marzo 1516: nasce nella Repubblica di Venezia il primo ghetto ebraico.
La Repubblica di Venezia creò in assoluto il primo ghetto ebraico della storia quando riservò un’area su un’isoletta del quartiere di Cannaregio per ospitare una comunità di circa 700 persone.
L’isola in precedenza era stata sede di una fonderia, chiamata “geto” nel dialetto veneziano dell’epoca, termine che sarà da allora utilizzato per indicare i quartieri abitati dagli ebrei nelle varie città d’Europa. Il ghetto di Venezia era completamente circondato dall’acqua e gli unici due punti di accesso erano controllati da pesanti cancelli presidiati da guardie cristiane, poste a difesa degli abitanti che però erano anche segregati.
Ai residenti, in cambio di restrizioni, erano garantite protezione e libertà di culto. Durante l’Olocausto 247 ebrei di Venezia furono deportati; solo 8 fecero ritorno al termine della Seconda Guerra Mondiale. Oggigiorno l’area in cui sorgeva il ghetto è ancora al centro della vita della comunità ebraica di Venezia che conta alcune centinaia di persone.

Alessandro Guardamagna

Casa Bambini
lodi_maggio24
SanMartino
kaleidoscopio