Michele Pertusi per l’Hospice Piccole Figlie

31/05/2013
h.12.50

“Non uccidiamo la speranza”: queste parole mutuate da Papa Francesco, rendono bene l’idea di ciò che una struttura come il Centro Cure Palliative Hospice delle Piccole Figlie può fare per aiutare le persone nel momento più difficile della vita e i loro familiari. Il richiamo alle parole del Papa è venuto da Mimma Petrolini, presidente del Comitato Claudio Bonazzi, nella conferenza stampa di presentazione di un evento a sostegno dell’Hospice, una serata di musica di alto livello e solidarietà: è questo lo spirito dell’evento, organizzato dal Comitato Claudio Bonazzi, con il patrocinio e la co-organizzazione di Comune e Provincia, che si terrà lunedì 3 giugno, alle ore 20.30, all’interno dell’Auditorium del Carmine.
Il basso parmigiano Michele Pertusi sarà protagonista del recital, nella splendida cornice dell’Auditorium del Carmine, adiacente al Conservatorio, con ingresso ad offerta, il cui ricavato verrà appunto devoluto al Centro Cure Palliative Hospice delle Piccole Figlie, che si occupa di seguire, con premura e dedizione, l’ammalato fino all’ultimo istante di vita, garantendogli dignità e assistenza nel suo percorso.
In particolare l’incasso sarà impiegato per il mantenimento del servizio di fisioterapia che il Comitato Claudio Bonazzi finanzia dal 2011.
“E’ un’occasione speciale in cui la città potrà dimostrare la sua sensibilità – ha affermato l’assessore comunale Laura Rossi, parlando anche a nome della collega Marcella Saccani della Provincia – sarà una serata sicuramente da non perdere dal punto di vista artistico, ma anche da ricordare come gesto importante di sostegno ad una istituzione che merita la nostra riconoscenza”.
“Siamo stati folgorati sulla strada di via Po – ha affermato Antonio Maselli, animatore del Comitato Claudio Bonazzi – vedendo l’hospice abbiamo capito molte cose e deciso di dedicare le nostre energie a questo posto speciale frequentato da persone speciali”.
Fra queste persone c’è suor Erika Bucher, medico dell’hospice: “Cerchiamo di dare una vita di qualità a quelle persone per le quali la quantità non è più possibile – ha detto – e di sostenere, anche psicologicamente, i malati e i familiari”.
Mauro Biondini – coordinatore artistico dell’evento – ha definito Michele Pertusi “l’artista per eccellenza della nostra terra” e lo ha ringraziato per aver sacrificato il giorno di riposo per “debuttare” al Carmine portando un programma originale (musica da salotto di autori a cavallo fra ottocento novecento). La voce di Pertusi sarà accompagnata al pano da Roberto Barrali.
La serata sarà presentata, come negli anni passati, da Mauro Biondini e Francesca Strozzi e sarà trasmessa in differita da Tv Parma.

cioccolato