Arriva il global del patrimonio del Comune di Parma

Lombatti

28/02/2009
h.11.20

7,7 milioni per gestire la manutenzione di 149 edifici comunali, di cui 76 istituti scolastici. E’ il global del patrimonio del Comune di Parma. Obiettivo: risparmio, circa 630mila euro rispetto al 2008, gestione integrata dei servizi, in modo da ottenere tempestività di interventi e migliore qualità possibile, e riduzione dei tempi di risoluzione dei problemi.
A vincere il bando da circa 70 milioni di euro, 7,7 milioni solo nel 2009, valido dal 2 marzo 2009 per sei anni, un gruppo di imprese rappresentate dal Consorzio cooperative di Bologna. Ne fanno parte la Cme di Modena, l’impresa Buia di Parma, l’Elettromeccanica Parmense ed Enìa.
Loro saranno chiamati a mantenere e gestire gli impianti termici, quelli elettrici, a sistemare le componenti edilizie e le aree esterne, escluse le aree verdi, a sistemare i servizi igienici, ascensori, scale, oltre alla manutenzione straordinaria di tutto quello che un edificio pubblico richiede. Infine devono garantire il servizio di reperibilità e di pronto intervento.
Da non dimenticare che saranno in carico dell’appaltatore tutte quelle attività manutentive di verifica e controllo dei sistemi di sicurezza per garantire sempre e comunque la certezza di strutture rispettose delle leggi vigenti.
Qualche esempio? I primi lavori riguarderanno soprattutto l’edilizia scolastica con la programmazione di interventi a favore delle categorie svantaggiate per una migliore accessibilità, la creazione di adeguati servizi igienici, la sostituzione di caldaie ormai obsolete, il potenziamento dei sistemi di sicurezza.
L’appaltatore metterà a disposizione di tutti gli utenti un sistema informatico di comunicazione sulla rete internet che consentirà di seguire in tempo reale le attività messe in campo dal global e i tempi d’intervento per evadere la richiesta inoltrata.
Il Global interviene anche nell’installazione di sistemi di produzione energetica da fonti rinnovabili (pannelli solari e fotovoltaici), mentre non comprende la ristrutturazione degli edifici, oggetto delle gare d’appalto ordinarie.
In particolare – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Aiello questo bando consegue l’obiettivo di risolvere prima e meglio i problemi che riguardano il nostro patrimonio, in primis le scuole e le strutture dedicate al sociale. Questo infatti permette di rispondere con più efficienza alle richieste di intervento,consentendo anche di prolungare il ciclo vitale delle nostre strutture.
Quindi
– prosegue Aiello – con il global si ottiene a parità di servizio un risparmio dei consumi energetici e delle risorse del personale del Comune di Parma che, liberato da attività di manutenzione, potrà essere in parte dirottato in altri uffici, carenti in organico, per mantenere sempre ai massimi livelli la qualità dei servizi erogati ai cittadini.
Insomma
– conclude l’assessore Aiello – il Global Service consentirà di poter dare delle risposte immediate e certe e di agire in tempi ragionevolmente brevi, annullando tutti i tempi morti che vanno dalla segnalazione della necessità,alla constatazione del bisogno, alla redazione del preventivo, alla ricerca dell’impresa e quindi all’affidamento ed esecuzione dei lavori”.
Il contratto con Global Service Parma va nella giusta direzione – ha sottolineato l’assessore al Patrimonio Giuseppe Pellacini in quanto riduce drasticamente i tempi di intervento, realizza economie di scala e in ultima analisi valorizza l’intero patrimonio comunale”.