Furto su un’auto nel parcheggio Goito: identificato e denunciato un 30enne

Denunciato dai Carabinieri di Parma Centro “il solito ignoto” un 30enne, pregiudicato, dimorante a Parma ma proveniente dall’est Europa, responsabile del furto commesso la settimana scorsa su di un’auto in sosta all’interno del parcheggio Goito.

*******

Prosegue senza sosta l’impegno dei Carabinieri di Parma nel contrastare il fenomeno della microcriminalità, con particolare attenzione ai reati così detti “predatori”, che creano un grande allarme sociale.

L’episodio risale alla settimana scorsa, quando una 51enne, residente in altra regione, ma domiciliata a Parma dopo aver parcheggiato la propria auto nel parcheggio Goito, ed aver trascorso la giornata fuori Parma, al momento di tornare a casa ha trovato l’auto aperta e depredata di tutto ciò che conteneva.

Depredata, questo è l’aggettivo utilizzato dalla vittima, che descrive plasticamente la situazione in cui si è venuta a trovare ed il suo stato d’animo.

La donna, in totale buona fede aveva lasciato all’interno dell’auto in sosta un paio di valige, contenenti abbigliamento, un computer portatile, generi alimentari, alcune bottiglie di vino pregiato, una borsa contenente effetti personali dal grande valore affettivo, tutto sparito.

 

Michele Guerra varca la soglia della clausura del monastero delle Carmelitane Scalze (di Andrea Marsiletti)

 

Scoperto il furto, la vittima si è rivolta ai Carabinieri di via Garibaldi ed ha sporto denuncia.

I militari, dopo aver acquisito le immagini del sistema di video sorveglianza del parcheggio che hanno ripreso l’intera scena, hanno immediatamente riconosciuto l’autore, “il solito ignoto” una vecchia conoscenza, denunciato più volte all’A.G. per episodi analoghi.

L’uomo, verso le ore 05.00 del mattino, dopo essersi intrufolato all’interno del parcheggio ha individuato l’autovettura da colpire, anche in questo caso una utilitaria e dopo averla aperta ha prelevato dai sedili due valige ed una borsa, allontanandosi in tutta fretta.

Al termine dell’attività investigativa, sulla scorta degli elementi probatori acquisiti, il 30enne è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Parma perché ritenuto responsabile di furto aggravato.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma

lombatti_mar24