Gli atleti e i dirigenti del “Rugby Parma Fc 1931” ricevuti in Municipio

Lombatti
valparmahospital

A pochi mesi dalla promozione della Prima Squadra della Rugby Parma in Serie A e a due giorni dal primo appuntamento ufficiale della nuova stagione sportiva 2022/23, i vertici e una delegazione di atleti del club gialloblù sono stati ricevuti presso la Sala del Consiglio della Residenza Municipale dal Sindaco Michele Guerra, e dall’Assessore al Bilancio e allo Sport Marco Bosi, in occasione di una cerimonia di saluti istituzionali.

“La Rugby Parma ha ottenuto la promozione in serie A dopo una stagione esaltante che rende orgogliosa tutta la nostra città. È con vera gratitudine e gioia che abbiamo accolto la squadra e la dirigenza nella Sala del Consiglio, anche in considerazione della grande attività di base svolta dalla Rugby Parma e del modello di educazione sportiva che porta avanti da molti anni, con risultati che hanno contribuito a fare di questa disciplina una delle più vive e attrattive di Parma” ha detto ad inizio incontro il Sindaco Michele Guerra.

La delegazione di atleti e tecnici della Rugby Parma, guidata dal presidente, Bernardo Borri “E’ un grande onore per me, per il nostro staff e per i nostri ragazzi essere qui oggi – ha dichiarato il Presidente gialloblù Borri -. Ringrazio l’Amministrazione Comunale non soltanto per questo gradito invito di cui siamo molto onorati, ma soprattutto per gli spazi e le strutture che ci mette a disposizione e che speriamo possano aumentare di pari passo con il numero di atleti che ogni anno sempre più numerosi scelgono di fare riferimento alla Rugby Parma per fare sport e a cui dedichiamo tutti i nostri sforzi per farli crescere in un ambiente caratterizzato da principi educativi e sportivi di alta qualità. La squadra di cui è presente qui oggi una rappresentanza è la punta dell’iceberg di questo movimento sportivo giovanile che proprio ad essa guarda come traguardo e a cui si ispira. Con la promozione in Serie A questi ragazzi e il loro staff sono riusciti a raggiungere un importante traguardo sportivo che rappresenta un tassello fondamentale nel progetto di sviluppo sostenibile della Rugby Parma. A partire da questa nuova stagione, la nostra prima squadra ha nuovamente il compito di rappresentare ai massimi livelli sportivi nazionali la città di Parma, tornando ad essere ambasciatrice del nostro territorio”.

 

 

Marco Bosi Assessore allo Sport ha ricordato “Ero sugli spalti durante quella partita che aveva nell’aria un risultato tanto atteso, oggi vi abbiamo invitato per festeggiare un risultato straordinario e, nel luogo istituzionale più importante della città, volevamo farvii i migliori auguri per la prossima stagione. Rappresentate una delle discipline che più profondamente affondano radici nel nostro territorio, avete costituito i vostri risultati con disciplina e sacrificio e i vostri risultati faranno sì che questa tradizione sarà raccolta dai piccoli atleti di oggi e speriamo futuri campioni del rugby parmense di domani”.

Dopo i saluti del director of rugby, Roland De Marigny, dell’allenatore che ha guidato la squadra alla promozione, Marco Frati, del nuovo direttore tecnico, Robert Du Preez, che insieme a Frati allenerà il gruppo in questa nuova stagione, dal capitano, Claudio Borsi e dal suo vice, Davide Righi Riva Giacomo Berdolini il presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna della Federazione Italiana Rugby ha raccontato la felice dimensione in cui è crescito il progetto della Rugby Parma.

“A Parma si respira il vivere bene. Le buone pratiche generano buone pratiche. Parma Rugby non è arrivata solo in serie A, ma ha costruito un modello, grazie a persone capaci ha messo a terra un progetto che consente a 500 famiglie di incaricarla di parte dell’educazione dei propri figli, un modello a cui guardano le altre squadre della regione”.

Un traguardo che la società guidata dal presidente Borri si era prefissato almeno dalla primavera 2020, si è concretizzato con il rientro di Roland De Marigny in qualità di Director of Rugby e di Marco Frati come head coach. Un traguardo che è frutto dell’intenso e costante lavoro svolto anche durante il lunghissimo periodo di sospensione dei campionati, quando tutto il gruppo ha continuato a svolgere gli allenamenti consentiti per farsi trovare pronto alla ripresa dei campionati.

L’ossatura della squadra che affronterà la nuova avventura in Serie A è la stessa con l’inserimento di alcune figure in ruoli chiave, una squadra con una forte connotazione territoriale formata da giocatori che alternano il lavoro o lo studio allo sport, con grande professionalità ma senza professionisti.

valparmahospital